Lunedì, 22 Aprile 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Maratona Pro-Israele

MARATONA PRO-ISRAELE

I deputati e i senatori di tutti i partiti in una no-stop in Piazza Montecitorio

Sintesi dell’intervento dell’On. Alessandro Pagano

"L’ultimo giorno non verrà finché tutti i musulmani non combatteranno contro gli ebrei, e i musulmani non li uccideranno". Art.7 carta costituzionale di Hamas.

  • Hamas è un gruppo terroristico che vuole la distruzione di Israele;
  • Hamas utilizza donne e bambini come scudi umani;
  • Cibo e medicine destinate al soccorso finiscono nelle mani di Hamas;
  • Iran e Siria finanziano l’acquisto di armi ad Hamas;
  • Israele ha diritto a difendersi. Nessuno ricorda che in segno di buona volontà Israele si ritirò unilateralmente da Gaza qualche anno fa. La risposta è stata che Hamas adesso spara razzi Qassam contro Israele facendo decine di vittime. L’attacco alla striscia di Gaza è un atto di difesa.
  • Hamas è vero che due anni fa ha vinto le elezioni in Palestina ma nessuno ricorda che nei mesi successivi 500 leader dell’opposizione furono uccisi. Oggi Hamas non rappresenta più la Palestina.
  • E’ vero che Benedetto XVI ha invocato la ripresa del processo di pacificazione in Medio Oriente e ha auspicato che «emergano dirigenti capaci di far avanzare con determinazione questo processo e di guidare i loro popoli verso la difficile ma indispensabile riconciliazione». ma questo vale solo per i Palestinesi che hanno una crisi di leadership e non mantengono gli impegni. La pace può essere solo frutto della giustizia e dalla giustizia ne deriva il diritto alla legittima difesa degli individui e dei popoli.
  • Nessuno può rinunciare alla difesa degli inermi, men che meno le pubbliche autorità che della protezione dei popoli e dei deboli trovano la propria ragion d’essere, anche se questo può costare l’uso delle armi: «Ci sono casi in cui la lotta armata è un realtà inevitabile a cui in circostanze tragiche non possono sottrarsi neanche i cristiani» (Giovanni Paolo II, Vienna 10 settembre 1983).
  • Bisogna quindi ricercare la Pace ma deve essere chiaro chi è l’aggredito (Israele) e chi è l’aggressore (Hamas).
  • Bisogna ricordare all’opinione pubblica che se oggi non ci fosse Israele a tenere il fronte in Medio Oriente il fondamentalismo islamico avrebbe conquistato l’Europa e gli attentati sarebbero la normalità anche da noi.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter