Sabato, 24 Agosto 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Carabinieri. Pagano: “L’Arma e le altre forze dell’ordine umiliate dal Governo Prodi”

PALERMO – "E’ un autentico "massacro" quello previsto dalla Finanziaria 2007 per le forze dell’ordine la cui rabbia diventa sempre più grande".

Lo ha dichiarato l’on. Alessandro Pagano, responsabile organizzativo di Forza Italia in Sicilia, criticando la finanziaria nazionale che non destina sufficienti risorse a Polizia e Carabinieri. Cinque euro di aumento al mese in busta paga per i carabinieri e i poliziotti, il taglio di tremila effettivi, la soppressione di questure, scuole di formazione e divisioni interregionali, la chiusura di caserme e di alloggi per gli agenti fuori sede.

"Il 5 dicembre, a Roma – ha detto l’on. Pagano - si terrà una manifestazione unitaria alla quale parteciperanno il Cocer dei carabinieri, i sindacati della Polizia di Stato, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale dello Stato, i familiari delle vittime del terrorismo che scenderanno in piazza per chiedere l’assunzione definitiva dei 530 agenti ex ausiliari della Polizia Penitenziaria licenziati ingiustamente il 31 dicembre scorso e di circa 1300 agenti della polizia di stato, per ottenere il potenziamento degli organici di Carabinieri, Forestale, Guardia di Finanza e fondi necessari per i mezzi e il riordino delle carriere. Il mio augurio è che gli stessi militari marcino con noi anche il 2 dicembre perché bisogna opporsi con determinazione a chi umilia le forze dell’ordine, garanti della sicurezza e dell’ordine".

Secondo l’on. Pagano "non si possono ridurre le forze di polizia nelle condizioni in cui sono oggi in Italia e soprattutto è nostro dovere richiamare l’attenzione delle Istituzioni sui gravi problemi di organico nonché di mezzi, che spesso impediscono di fronteggiare adeguatamente l’offensiva della criminalità locale. Tagli agli organici e caserme soppresse nelle città con meno di 200 mila abitanti: tutto ciò mentre la criminalità dilaga, anche sotto l’effetto dell’indulto. Ci vuole serietà".

"Non ci sono limiti all’indecenza – ha continuato l’on. Pagano -. Il governo Prodi si manifesta, ogni giorno di più, per quello che è realmente: un Esecutivo ostaggio e schiavo della sinistra radicale che ha sempre odiato gli appartenenti alle forze dell’ordine. Era dunque ovvio che Rifondazione, Comunisti Italiani, Verdi e Sinistra Ds mettessero in atto tutta una serie di atteggiamenti negativi nei confronti del mondo con le stellette. E’ stato come un crescendo: prima l’intitolazione di una sala della Camera all’"eroe" Giuliani, il ragazzo ucciso a Genova mentre assaltava una camionetta dei carabinieri; poi la collocazione di ex terroristi ai vertici della Camera e nelle segreterie dei sottosegretari al Vicinale; quindi il corteo inneggiante alle "dieci, cento, mille Nassyria" con il fantoccio del soldato italiano dato alle fiamme e la mancata commemorazione delle vittime di Nassyria. Infine, ciliegina sulla torta, la mancia: quei cinque euro al mese che il Governo ha offerto come aumento ai carabinieri e alle altre forze armate. Voglio ringraziare i sindacati di polizia, persone responsabili che ancora non hanno fatto scoppiare una situazione ormai ingestibile, perché le forze di polizia non possono essere trattate in questo modo da un Governo e da una finanziaria che retrocede l’Italia all’ultimo posto in Europa quanto stanziamenti per la sicurezza dei cittadini".

On.Alessandro Pagano

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Agosto 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4
week 32 5 6 7 8 9 10 11
week 33 12 13 14 15 16 17 18
week 34 19 20 21 22 23 24 25
week 35 26 27 28 29 30 31

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter