Sabato, 20 Aprile 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Lettera al Ministro dell'Interno On. Roberto Maroni riguardante gli interventi per la gestione dei flussi migratori in arrivo al porto di Pozzallo (RG)

 

 

Egregio Ministro,

la situazione emergenziale che si sta verificando in queste ore nel porto di Pozzallo mostra in tutta la sua evidenza la problematicità della gestione dei flussi migratori che dall’Africa stanno investendo l’Italia, con i tragici approdi non solo  sull’ isola di Lampedusa ma anche sulle coste della provincia di Ragusa ed nel Porto di Pozzallo (Ragusa).


 

Lo sbarco di ben 932 clandestini, tra i quali numerosissime donne e bambini, alcuni dei quali ricoverati nell’ospedale di Modica in gravi condizioni, al porto di Pozzallo verificatosi nella  notte scorsa  tra il 30 e il 31 maggio,   richiama l’ indifferibile necessità di un intervento  del Governo  per  la normalizzazione della situazione come  accaduto per Lampedusa.

 Occorre che l’Esecutivo nazionale affianchi le istituzioni locali e metta  a disposizione tutte le risorse logistiche, umane ed economiche necessarie per evitare il collasso di un territorio dove la parola solidarietà ha sempre prevalso, ma che, per far questo, ha dovuto contare solo sulle proprie forze che oggi più che mai risultano deboli e inadeguate per affrontare l’emergenza.

Purtroppo, ciò che si paventava da mesi si è verificato ed il rischio concreto che l’esodo possa  proseguire con un flusso crescente senza sosta con la nuova stagione estiva è concretissimo.

Nel Comune di Pozzallo attualmente esiste soltanto una struttura temporanea di assistenza ed identificazione (CPA)  che può accogliere non più di 200 soggetti. Tale struttura è stata già in passato, come in questo momento, trasformata in centro di accoglienza con una permanenza dei clandestini per periodi di svariati giorni se non settimane. Tale struttura necessita di potenziamento anche per quanto riguarda l’aspetto sanitario. 

Occorre, dunque, pianificare una strategia con Governo a fine di gestire anzitutto l’emergenza  e ripristinare nel più breve tempo possibile condizioni di normalità.

E’ indispensabile  assicurare  la piena funzionalità del porto di Pozzallo, i cui operatori commerciali continuano a subire danni ingenti per l’occupazione delle banchine portuali da parte dei barconi da avviare immediatamente alla distruzione, nonché puntare alla salvaguardia della stagione turistica di un centro balneare che, assieme al territorio circostante,  vive principalmente dei proventi di tale attività.

Alla luce della descritta situazione chiedo di convocare  un improcrastinabile incontro  con il coinvolgimento del Prefetto di Ragusa  e  del Sindaco del Comune di Pozzallo  al fine di pianificare una linea di intervento  utile alla gestione dell’emergenza in atto e di quante ancora  purtroppo sono destinate a verificarsi nel corso della stagione.

Roma, 01 giugno 2011  

On. Antonino Minardo

On. Alessandro Pagano

On. Basilio Catanoso

On. Vincenzo Antonio Fontana

On. Vincenzo Garofalo

On. Antonio Germanà

On. Gabriella Giamman

On. Giuseppe Marinello

On. Francesco Stagno D’Alcontres

On. Vincenzo Gibiini

On. Salvatore Torrisi

On. Giuseppe Fallica (FDS) 

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter