Domenica, 21 Luglio 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Resoconto Stenografico del Q.Time su politiche per lo sviluppo del mezzogiorno. 16 Dicembre 2015

 

 

 


 

ALESSANDRO PAGANO. Grazie Presidente. Il nostro partito da un po’ di tempo sta lavorando in maniera concreta per riportare il Mezzogiorno nell'agenda del Paese. Era in un'irrilevanza che francamente dava fastidio e che soprattutto non faceva cogliere il vero problema e, cioè, che il Sud è una risorsa. Il Sud non è mai stato trattato come risorsa ed è sempre stato visto, in una logica assistenzialistica, come un problema da risolvere concedendo prebende, con il risultato sotto gli occhi di tutti che poi alla fine l'assistenzialismo è divenuto mentalità.

Noi, invece, siamo di un concetto completamente diverso: abbiamo deciso di cancellare completamente tutto questo e da mesi non facciamo altro che parlare sempre di politiche di tipo diverso, di tipo produttivo. Vanno in questa logica, per esempio, all'interno della stabilità, l'introduzione del credito d'imposta per l'acquisto di beni strumentali e di strutture nel Mezzogiorno oppure l'estensione fino al 2017 del contributo per l'assunzione a tempo indeterminato di lavoratori privati di PMI meridionali.

All'interno di questa logica avremmo piacere di sentire dal responsabile del Ministero qual è il profilo istituzionale che si vuole realizzare e quali politiche economiche si vogliono realizzare concretamente per il Sud.

PRESIDENTE. Il Ministro dell'economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, ha facoltà di rispondere.

PIER CARLO PADOAN, Ministro dell'economia e delle finanze.

Grazie Presidente, vorrei innanzitutto premettere che le misure a favore del Sud non sono intese come politiche diverse da quelle che il Governo assume per il Paese nel suo insieme. Piuttosto, il Governo ha inteso specializzare alcune misure già adottate in modo che rispondano meglio ad alcune esigenze e realtà specifiche del Mezzogiorno.

In particolare, il Governo ha indicato da tempo nel rilancio degli investimenti privati una leva fondamentale di ripresa. Gli investimenti aumentano capacità produttiva, produttività, innovazione e, quindi, anche competitività delle imprese. La riduzione del peso fiscale sulle imprese in generale e sugli investimenti in particolare è il canale preferenziale di incentivazione degli investimenti privati.

Sul piano nazionale, siamo intervenuti con strumenti quali il super ammortamento che genera un beneficio fiscale complessivo del 10 per cento circa per tutte le imprese del Paese che investiranno nel 2016.

Grazie agli emendamenti al disegno di legge di stabilità approvati in Commissione, nel Sud abbiamo specializzato questa linea di intervento generale attraverso il credito di imposta per l'acquisto di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive nelle zone ubicate nelle regioni del Mezzogiorno dal 1o gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2019.

La misura dell'agevolazione è differenziata in relazione alle dimensioni aziendali. Questa misura costituisce un incentivo aggiuntivo alle imprese del sud, che investendo potranno godere già dei benefici del super ammortamento, un incentivo che dura quattro anni. Peraltro, faccio notare che si è scelto uno strumento automatico e neutrale, che offre un beneficio pressoché immediato.

In merito al monitoraggio delle misure che verranno introdotte dalla legge di stabilità 2016, si evidenzia che per la misura in materia di credito d'imposta, riferibile agli investimenti al Sud, il monitoraggio sarà effettuato controllando mensilmente la fruizione del credito stesso in compensazione degli altri tributi mediante il modello di versamento F24.

  Vorrei concludere da parte mia e del Governo manifestando apprezzamento e gratitudine per il lavoro effettuato in Parlamento e per lo spirito di collaborazione, che ha consentito di migliorare il disegno di legge con interventi coerenti con l'impianto complessivo.

PRESIDENTE. L'onorevole Pagano ha facoltà di replicare per due minuti.

ALESSANDRO PAGANO. Grazie Presidente. Ringrazio il Ministro Padoan, perché di fatto le misure che ha citato sono esattamente quelle della mia interrogazione, che ha visto noi del Nuovo Centrodestra e di Area Popolare protagonisti affinché venissero realizzate.

Però, Ministro, il problema serio è che ci vogliono anche operazioni coraggiose e strategiche. Lei dice giustamente: stiamo lavorando per investimenti nel privato. Ma tutto questo non è bastevole e le esperienze a livello mondiale dicono che, se non c’è il sogno, se non c’è la capacità di realizzare operazioni strategiche, tutto questo viene meno.

È proprio di queste ore una nota del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Franceschini, che dice che i flussi turistici sono aumentati a Napoli e attribuisce il merito esclusivamente al fatto che la linea della rete ferroviaria dell'alta velocità, oltre che l'autostrada nella sue qualità migliori, arriva fino a Napoli.

Lei comprenderà che per analogia, se non succede qualche cosa di analogo in Sicilia, in Calabria, in Basilicata e in Puglia, nonostante lo straordinario momento che quest'ultima regione sta vivendo, il motivo è legato alle infrastrutture. I progetti strategici mancano. Manca, per esempio, il fatto di avere un hub ferroviario a Fiumicino che, dopo che i voli intercontinentali sono arrivati, possa consentire di muoversi in ferrovia verso nord e verso sud. Manca il ponte sullo Stretto, che è un vero progetto che oggi è concreto. Soltanto l'ideologia più bieca non può immaginare che un ponticello di tre chilometri possa diventare un ostacolo, che altrove ovviamente non è più tale. Manca una rete ferroviaria ad alta velocità sulla parte adriatica. Come lei ha appena detto, sono tre sogni e tutto sommato stiamo parlando di cose ovvie e normali.

Mi pare di potere dire che su queste basi noi dobbiamo assolutamente lavorare. È chiaro che il Sud è una risorsa. Solo se la riempiremo di contenuti, noi avremo un aumento del PIL per tutto il Paese. La posizione strategica ce l'ha regalata il buon Dio, non ce l'ha data nessuno: è evidente che è pronta per cogliere quest'opportunità, che finora, dal dopoguerra a oggi, purtroppo, non è stata mai realizzata.

@alepaganotwit

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Luglio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter