Lunedì, 06 Febbraio 2023


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Inaugurazione del Teatro Ellenistico di Morgantina

Inaugurazione del Teatro Ellenistico di Morgantina

50° Anniversario degli scavi di Morgantina.

(Organizzato da: Comune di Aidone; Provincia Regionale di Enna; Assessorato Regionale ai Beni Culturali)

Relazione dell’On.le Alessandro Pagano – Assessore Regionale ai Beni Culturali e Ambientali e alla Pubblica Istruzione

L’occasione del 50° anniversario degli scavi di Morgantina e la cerimonia inaugurale del Teatro Ellenistico dopo oltre 2000 anni dall’ultima rappresentazione è fonte di soddisfazione e di gioia per tutti noi.

  • L'Agorà, con la sua superficie complessiva di circa 30.000 mq è la più grande fra quelle note in Sicilia. Come termine di paragone: ad Atene, per popolazione assai più numerosa di Morgantina (che non superò mai i 10.000 abitanti), l'Agorà si estendeva per circa 40.000 mq. E' ovvio che l'Agorà di Morgantina riflette le speranze e le ambizioni dei suoi fondatori! (E questo dovrebbe essere un buon esempio per noi...)
  • Il Teatro, integrato da gradini in legno, ospitava circa 5000 spettatori (che era il numero di cittadini ottimale per la città ideale secondo Platone, che lo otteneva secondo un canone matematico moltiplicando i numeri 1x2x3x4x5x6x7= 5.040. Oltre tale dimensione si doveva fondare una colonia...Questo per Platone consentiva l'unica forma di esercizio della Democrazia diretta, praticabile in un luogo che li poteva accogliere, consentendo ai cittadini liberi di scegliere fra gli uomini migliori i ruoli politici, per conoscenza diretta delle loro capacità).
  • La riapertura del Teatro al suo uso antico ci riallaccia al significato profondo che per il mondo greco aveva il Dramma: sintesi tra Rito e Mito , per raccontare la vicenda di uomini e dei sulla terra, attraverso parole, musica e danza per raggiungere l'animo dello spettatore che si recava allo "spettacolo" con la stessa disposizione che per il credente ha l'andare a messa...
  • Hélène Tuzet, una studiosa francese che nel 1982 ha approfondito l'esame dei motivi che hanno determinato la fortuna dell'isola come meta di studi e conoscenze artistiche e scientifiche, sottolinea che in età moderna "la vera scoperta della Sicilia data dagli anni 1776-70 con i resoconti di viaggio del tedesco Riedesel e dell'inglese Brydone".

Dopo di loro, la Sicilia diventa per tutto il periodo di fine secolo, una parte non trascurabile del patrimonio intellettuale europeo. Questo "continente", così vicino, ma pur sempre così diverso dalla stessa Italia continentale, fornisce un fertile campo di osservazione e di riflessione al filosofo, una varietà di temi all'artista, e al poeta, e tutte le nazioni vi si incontrano".

Sicilia si aggiungono le altrettanto straordinarie immagini dei reperti archeologici a far inizio dell'Età del Rame e fino al XVI secolo. Immagini che più di ogni parola danno la dimensione di eccezionalità del luogo sia sotto l’aspetto storico–archeologico, che per l’aspetto geologico-naturalistico.

Il libro con l’agile testo e con la gradevolezza delle immagini ripercorre millenni dì storia del Monte Castello dalle prime testimonianze dell'Età del Rame, alla fioritura della città pre-greca del Tardo Bronzo, alla decadenza in età romana, alla fortezza bizantina, al fiorente centro arabo-normanno-svevo, alle tormentate sue vicende in età angioina, al lungo periodo del dominio aragonese sotto di cui, sullo scorcio del XV secolo e la prima metà del XVI, si concluse la sua esistenza come centro abitato per il trasferimento dei pochi abitanti cui s'era ridotto sulla vicina collina su cui un nucleo di Greco-Albanesi dava vita al nuovo Comune di Sant'Angelo che, di lì a breve, prese il nome di Sant'Angelo Muxaro.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Febbraio 2023 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3 4 5
week 6 6 7 8 9 10 11 12
week 7 13 14 15 16 17 18 19
week 8 20 21 22 23 24 25 26
week 9 27 28
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter