Mercoledì, 26 Novembre 2014
   
Testo

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Profilo 1 Profilo 2 Profilo 3
5000 Amici 5000 Amici 3053 Amici

«Cantieri di servizio e più soldi per gli ex Rmi»

(Tratto da "La Sicilia") - Si è svolta ieri mattina a Palermo la riunione tra il presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro e i rappresentanti dei comuni della provincia di Caltanissetta (Mussomeli, Villalba, Vallelunga, Santa Caterina, Marianopoli, San Cataldo, Sutera, Campofranco, Acquaviva Platani, Montedoro, Milena, Bompensiere, Serradifalco, Riesi, Gela, Barrafranca e Caltanissetta) e di Enna (Barrafranca), dove è stata applicata la misura di sostegno del Reddito minimo d'inserimento. Erano pure presenti l'assessore regionale ai Beni culturali, Alessandro Pagano, e il capogruppo dei Democratici di Sinistra all'Ars, Lillo Speziale.

Anche ieri mattina il presidente della Regione ha ribadito quanto anticipato nella riunione dello scorso 11 gennaio avuta con una delegazione sancataldese guidata dal sindaco Raimondo Torregrossa. Il presidente Cuffaro ha ricordato anche al sindaco di Caltanissetta Salvatore Messana (che era in compagnia del presidente del Consiglio comunale Paolo Iannello e dagli assessori Angelo Lomaglio e Marcella Paola Santino) i tre impegni che il governo ha deciso di assumere per la modifica della norma vigente: l'allargamento dei cantieri lavoro ai cantieri di servizio, l'aumento dello stanziamento da 3 a 10 milioni di euro e la possibilità di inserire i lavoratori facenti parte delle graduatorie nei progetti dei nascenti Ato sui rifiuti.
Cuffaro ha definito i cantieri di servizio come «la maniera più giusta e dignitosa per dare una risposta sociale ai cittadini che vivono in condizioni di povertà». Ed ha aggiunto: «Abbiamo già sperimentato con successo i cantieri di lavoro. Siamo pronti a ripeterli nelle forme più opportune, anche se fosse necessario estenderli a tutti i comuni dell'isola. La protezione civile si è già attivata per monitorare le esigenze sul territorio, ma servono regole rigide e univoche per individuare gli indigenti che potranno prestare la loro opera nei cantieri di servizio. Ciò per evitare qualsiasi discrezionalità nell'individuazione degli aventi diritto».
«E' nostra intenzione - ha proseguito Cuffaro - inserire un emendamento all'interno di una delle leggi che hanno già un percorso avviato in Parlamento e che verranno probabilmente approvate già dalla prossima settimana: bisogna accelerare le procedure anche perché mi sembra ci sia un'ampia convergenza politica su questi temi. Contestualmente dovrà essere pronta anche la circolare dell'assessorato al lavoro già allertato in questo senso».
E l'assessore regionale Pagano ha aggiunto: «Il nostro impegno, per cercare di venire incontro alle esigenze degli ex lavoratori del Reddito minimo, continua. Stiamo agendo nella giusta direzione, dimostrando di essere fortemente attenti alle esigenze del territorio».
«Durante la riunione - ha poi detto il sindaco di Caltanissetta - abbiamo evidenziato ancora una volta la situazione, che nella nostra provincia coinvolge oltre seicento padri di famiglia e che è diventata ormai "emergenziale", ribadendo che il reddito minimo d'inserimento ha dato dei risultati positivi. Al presidente Cuffaro abbiamo chiesto di portare in aula entro pochissimi giorni il disegno di legge proposto dall'on. Speciale, che prevede l'attivazione di nuovi cantieri (di lavoro e di servizi) e di procedere alla relativa variazione di bilancio che possa consentire l'aumento da 3 a 10 milioni di euro delle somme da destinare al finanziamento dei cantieri. Infine abbiamo pure chiesto di potere attivare immediatamente i progetti già presentati, tramite i finanziamenti».
A conclusione dell'incontro, il sindaco Messana si è fatto interprete del giudizio positivo espresso anche dagli altri amministratori comunali sull'esperienza del reddito minimo d'inserimento, «che - ha ricordato - è stato di grande aiuto per migliaia di famiglie siciliane». Ha anzi invitato il presidente Cuffaro a chiedere al Governo nazionale di ripensarsi, ed ha auspicato un forte intervento comune affinché vengano adottati gli opportuni provvedimenti legislativi per la riproposizione della sperimentazione.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Novembre 2014 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2
week 45 3 4 5 6 7 8 9
week 46 10 11 12 13 14 15 16
week 47 17 18 19 20 21 22 23
week 48 24 25 26 27 28 29 30

Sottoscrivi Newsletter

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter

Login Form