Lunedì, 06 Luglio 2020


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Consegnato il progetto preliminare per il restauro della Villa del Casale

Palermo – "Il progetto preliminare per il restauro della Villa del Casale di Piazza Armerina, realizzato seguendo gli indirizzi programmatici espressi dall’Alto Commissario, Vittorio Sgarbi, è stato consegnato questa mattina al RUP, Responsabile Unico del Procedimento della Soprintendenza di Enna, dal Direttore del Centro regionale del Restauro, Guido Meli.

E’ il primo significativo passo verso il progetto esecutivo che dovrebbe essere pronto a novembre e soprattutto un importante passaggio propedeutico in vista della gara d’appalto e della consegna dei lavori prevista per il marzo del prossimo anno".

L’assessore regionale ai Beni Culturali, Alessandro Pagano, ha confermato che l’iter burocratico per l’avvio dei lavori di restauro della Villa del Casale prosegue con una perfetta tabella di marcia.

"I tempi di intervento – ha detto l’assessore Pagano - stabiliti nel protocollo d’intesa, siglato il 23 maggio scorso, tra il Dipartimento ai Beni Culturali, l’Alto Commissario, il Centro del Restauro regionale e il Soprintendente di Enna, sono stati ampiamente rispettati. Contiamo di terminare i lavori al massimo entro aprile-maggio del 2008 con un anticipo di circa otto mesi sulla data di scadenza del POR, fissata per il 31 dicembre dello stesso anno. Non abbiamo il timore di perdere il finanziamento di oltre 18 milioni di euro anche perché c’è un margine di sicurezza di quasi otto mesi, di cui speriamo non aver bisogno, ma che ci lascia tranquilli in caso dovessimo fronteggiare qualche emergenza".

Il progetto di restauro e di musealizzazione, messo a punto dal Centro regionale del Restauro, prevede in sintesi tre linee d’intervento che riguarderanno i mosaici e i percorsi museali della Villa del Casale, le coperture e l’illuminazione e la sistemazione dell’area esterna e i dispositivi di sicurezza.

Le azioni più rilevanti sotto il profilo economico riguardano la parte relativa ai restauri, che saranno di tre tipi, e alle coperture per un importo di circa sei milioni di euro ciascuno.

In particolare i restauri sui mosaici saranno suddivisi in "avanzati", che coprono circa l’85% della Villa e per i quali il recupero sarà totale, in operazioni "di manutenzione" e, infine, in accorgimenti "di messa in sicurezza" per evitare l’insorgere di nuovi problemi.

Un altro obiettivo che si propone il progetto preliminare, oltre ad un cambio di impostazione strutturale e alla sostituzione dei materiali per le coperture, è quello di determinare un nuovo criterio per il percorso di fruizione della Villa del Casale. A questo scopo sarà riorganizzato il sistema delle passerelle, una soluzione che permetterà di ridurre i fastidiosi effetti di sovraffollamento degli spazi, consentendo così ai visitatori di poter godere senza più ostacoli degli oltre 3500 metri quadri della Villa romana di Piazza Armerina. Ma sarà anche ripristinato l’originario sistema idrico in maniera da riprodurre l’antica canalizzazione dell’acqua piovana all’interno della Villa e il funzionamento dell’annesso edificio termale.

Saranno inoltre abolite tutte le barriere architettoniche attualmente esistenti che, finora, hanno impedito ai portatori di handicap di potersi muovere liberamente e saranno potenziati i servizi informativi offerti ai turisti sia come segnaletica interna che come allestimenti multimediali. Per l’area esterna è previsto un piano di riqualificazione mentre saranno reinstallati nuovi impianti antintrusione e antincendio e modificati i sistemi di sicurezza e delle recinzioni.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Luglio 2020 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5
week 28 6 7 8 9 10 11 12
week 29 13 14 15 16 17 18 19
week 30 20 21 22 23 24 25 26
week 31 27 28 29 30 31
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter