Sabato, 11 Luglio 2020


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

CEFPAS - La sinistra mistifica la verità dei fatti per fare propaganda elettorale

Caltanissetta – "Quando si tratta di fare passerella, o peggio ancora propaganda elettorale, come è accaduto anche nella recente vicenda della manifestazione dei baby-sindaci, la sinistra non esita a mistificare la realtà o, peggio ancora, ad operare penose strumentalizzazioni sulla pelle dei cittadini che, in questo caso, sono i lavoratori del Cefpas.

Le dichiarazioni del sindaco di Caltanissetta sulle presunte assunzioni dimezzate al Cefpas sono soltanto l’ultimo esempio della politica populista della sinistra. Dov’era il sindaco quando il Cefpas ha avuto momenti difficoltà? Quante volte, nel passato, ne ha sostenuto i progetti? Perché Messana non rivela se esistono nelle voci di bilancio del Comune un intervento o un capitolo a favore del Cefpas?

In questi anni, il silenzio del sindaco è stato assordante, ora prendiamo atto che si è svegliato anche se le sue esternazioni appaiono poco credibili. Così come poco credibili sono certe allusioni, apparse sui giornali, montate ad arte da persone che mentono sapendo di mentire. La verità, come al solito, è un’altra ed è fatta di concretezza e non di chiacchiere. Affermare sui giornali, così come ha fatto il sindaco che il Governo regionale non avrebbe approvato la dotazione di organico del Cepfas è una bugia colossale che si spiega solo con la volontà della sinistra di fare campagna elettorale delegittimando gli avversari con accuse e teoremi completamente inventati".

"Chi ha fatto in modo che il Cefpas avesse una struttura attiva – ha continuato l’assessore Pagano – istituendo i suoi organi amministrativi, è stato il sottoscritto nella qualità di Assessore alla Sanità nell’ormai lontano novembre del 1996. Sottolineiamo questo passaggio non certo per prenderci meriti, di cui non abbiamo bisogno visto che, per fortuna, i cittadini conoscono il nostro senso delle Istituzioni, ma per ristabilire la verità storica. Nove anni fa, infatti, facemmo in modo che il Collegio dei revisori prima e il Consiglio di Amministrazione subito dopo, fossero pienamente operanti per dare al Direttore Generale, Pina Frazzica, gli strumenti per lavorare.

"Oggi il Cefpas può contare su 90 assunti a contratto a tempo determinato – ha continuato l’assessore Pagano – e con la pianta organica attuale saranno 47 le unità che adesso potranno essere messe in servizio. Il resto del personale, in attesa di una stabilizzazione che in tempi rapidi sarà proposta nelle sedi opportune, proseguirà nel rapporto con l’Ente con la collaborazione a progetto e nessuno rischierà il licenziamento, a meno di gravi inadempienze. In questo momento, ciò che conta è dare ampie garanzie affinché gli stessi non siano penalizzati in attesa della nuova pianta organica.

Chi vuole, invece, far passare il messaggio che il Cefpas debba immediatamente procedere a centinaia di assunzioni, è in malafede o peggio ancora dobbiamo credere che la sinistra stia speculando sulle speranze di questi 31 precari e di ciò dovrà farsene carico di fronte all’opinione pubblica.

Questi, in sintesi, i fatti. Se poi vogliamo parlare delle possibilità di rilancio del Cefpas, a meno che non si voglia fare del Cefpas il solito baraccone per il quale c’è sempre mamma Regione che paga il conto, è nostra convinzione che gli sforzi non debbano essere rivolti esclusivamente alla formazione sanitaria. Già adesso abbiamo indirizzato corsi di formazione dei Beni Culturali al Cefpas. Ma non basta. E’ necessario, infatti, creare le condizioni per allargare il piano formativo a tutti i soggetti pubblici della Regione, con una più incisiva collaborazione con l’Università, gli Ordini Professionali, Confindustria e sindacati.

E’ una tesi che abbiamo sempre sostenuto e che oggi è più che mai attuale. Siamo pronti a dialogare con tutti, seriamente e con coerenza, così come abbiamo sempre fatto in passato, ma non siamo disponibili a farla passare liscia a chi ha la memoria corta e si ricorda solo oggi, per i propri bisogni elettorali, che questa struttura è un patrimonio della città".

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Luglio 2020 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5
week 28 6 7 8 9 10 11 12
week 29 13 14 15 16 17 18 19
week 30 20 21 22 23 24 25 26
week 31 27 28 29 30 31
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter