Venerdì, 03 Luglio 2020


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Teatri di Pietra Sicilia 2006

A fine giugno prende il via la seconda edizione dei Teatri di Pietra Sicilia, Rete dei Teatri Antichi e delle Aree Archeologie Della Sicilia. Manifestazione fortemente voluta da questo Assessorato perché complementare e sinergica alle numerose iniziative già attivate e promosse a favore di una efficace politica di valorizzazione e promozione dello straordinario patrimonio archeologico e artistico della nostra regione.

Con Teatri di Pietra si procede in direzione di quanto principiato nell'ottobre del 2004 a Siracusa, con il convegno "Teatri antichi nell'area del Mediterraneo" e riaffermato nei lavori preparativi della "Carta di Siracusa" (La valorizzazione dei teatri e di tutto il nostro patrimonio - ha spiegato Pagano - confluisce nel grande bacino del turismo intelligente, colto.

Un modo per ampliare l'offerta culturale.... 13/10/2004 da: "Giornale di Sicilia") e in seguito approfondito in occasione della stesura del primo Protocollo "Euro Mediterraneo sui Teatri Antichi" («Con la stipula della Carta di Siracusa», spiega l'assessore regionale ai beni culturali, Alessandro Pagano, «abbiamo finalmente invertito la tendenza che finora privilegiava la conservazione dei beni culturali a scapito della fruizione: adesso i due aspetti possono tranquillamente convivere, così come stabilito da questo documento sottoscritto da politici, uomini di cultura e artisti di tutti i paesi che si affacciano sul Mediterraneo al termine del convegno svoltosi a Siracusa lo scorso anno.

Adesso bisogna proseguire su questa strada, che è quella di fruire degli spazi teatrali antichi rispettando il patrimonio archeologico, paesaggistico e ambientale preesistente: l'eredità archeologica dei teatri antichi dimostra, con la sua presenza, la vitalità delle trame di una memoria individuale e collettiva e partecipa allo sviluppo di un processo comune di pace...»: 10/09/2005 Tratto da: MF).

Fruizione compatibile, policentrismo culturale, concertazione, dialogo con i partner e le amministrazioni locali per una
offerta culturale di qualità e di eccellenza: questi gli "ingredienti" del progetto Teatri di Pietra che esprime l'azione di codesto Assessorato volta a sviluppare un sistema turistico culturale diffuso in cui ogni sito, ogni monumento, rappresenta a pieno titolo il patrimonio e la storia della terra siciliana.

Teatri di Pietra risulta essere quindi un progetto organico all'idea di territorio come un "unicum" di paesaggio, storia, cittadinanza, tradizione, in poche parole fondamento dell'identità.

E’ su questo terreno, quello dell'identità, che si incontrano maggiormente l'iniziativa Teatri di Pietra e l'azione dell'Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana: solo determinando processi in grado di suscitare una rinnovata coscienza dei cittadini, si può auspicare una effettiva crescita sia sociale che culturale.

Riaprire questi straordinari monumenti alla partecipazione consapevole e attiva significa porre le basi del futuro in cui la storia non si riduca ad una cronaca polverosa di eventi, ma diventi umus di una identità che si rinnova nella coscienza del passato e nell'adesione al presente.

Sicuramente il teatro, in questa visione, gioca un ruolo fondamentale: è l'arte della comunità riunita e la sintesi di un dialogo mai interrotto tra l'idea e la sua rappresentazione. Ecco perché ancora Teatri di Pietra.

Il programma di quest'anno può sintetizzarsi nelle cifre: 18 compagnie, oltre 50 spettacoli, 6 siti coinvolti in 6 province, oltre 150 artisti, 5 prime nazionali ed una infinita schiera di soggetti e partner coinvolti. Per quanto lusinghieri questi "numeri", non esprimono efficacemente la qualità e le prospettive del progetto Teatri di Pietra che risulta a tutti gli effetti una Rete Culturale che innanzitutto riesce a parlare il linguaggio delle differenze pur mantenendo salda l'ispirazione all'idea di una cultura mediterranea unificante.

Il calendario che ha visto l'avvio con la "Fedra" di Elisabetta Pozzi nell'antica Chiesa di San Giovannello alla Giudecca in Ortigia, si svolgerà fino al 13 agosto. Un avvenimento lungo una "stagione" che ci auguriamo possa radicarsi sempre più.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Luglio 2020 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5
week 28 6 7 8 9 10 11 12
week 29 13 14 15 16 17 18 19
week 30 20 21 22 23 24 25 26
week 31 27 28 29 30 31

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter