Giovedì, 21 Marzo 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Riporto, just in case, di seguito il “Grillo pensiero” o forse no ?????

 

 

In rete scrivono che è un “remake”, anti Grillo, e che il discorso alla nazione del Führer non fu quello ma è solo “frutto” di estrapolazioni; io dico, dopo aver ascoltato il discorso alla nazione sulla rete, che non è così consequenziale come riportato ma, Vi assicuro, le frasi sono esattamente quelle e, comunque,  …. meditiamo  !!!!!


«… i contadini, gli operai, i commercianti, la classe media, tutti sono testimoni … Invece loro preferiscono non parlare di questi 13 anni passati, ma solo degli ultimi sei mesi... Chi è il responsabile? Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati … sono loro i responsabili!» «Io vengo confuso … oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento» «Mi hanno proposto un'alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico … Noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. È un movimento che non può essere fermato. Non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta. Noi non siamo un partito, rappresentiamo l'intero popolo, un popolo nuovo»

(- Adolf Hitler, 1932-)

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Marzo 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 9 1 2 3
week 10 4 5 6 7 8 9 10
week 11 11 12 13 14 15 16 17
week 12 18 19 20 21 22 23 24
week 13 25 26 27 28 29 30 31

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter