Domenica, 14 Luglio 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Interpellanza 2-00915, al Ministro dell'istruzione, seduta n. 402. 31 marzo 2015

 

 

 

 

 

Atto Camera concernente la decisione del collegio dei docenti nella scuola dell'infanzia Contardo Ferrini di Roma di non festeggiare la festa della mamma né del papà a causa dei continui cambiamenti della famiglia


I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca,

per sapere – premesso che:

nella scuola dell'infanzia comunale Contardo Ferrini, nel quartiere Trieste a Roma, con una delibera del 14 Ottobre 2014, si stabilito che: «Il collegio dei docenti decide di non festeggiare la festa della mamma né del papà a causa dei continui cambiamenti della famiglia, ma di evidenziare altre feste»;

fino a pochi giorni fa, nessuno dei genitori ne era stato messo al corrente: i papà si sono accorti di essere stati espunti dal calendario solo all'uscita di scuola il 19 marzo scorso 2015, la festività di San Giuseppe appunto;

indignati e infuriati, i genitori delle 9 sezioni dell'istituto Ferrini hanno dapprima chiesto spiegazioni alla coordinatrice scolastica. Poi sono passati alle vie legali. Il 25 marzo 2015 hanno inviato una diffida per chiedere l'immediato annullamento della delibera in modo che i bambini possano riavere almeno la festa della mamma; stando alle informazioni in possesso dei genitori, un'insegnante che aveva comunque permesso ai suoi bimbi di realizzare un disegno per la festa del papà sarebbe stata, per questo, rimproverata dalle colleghe;

quello del  Contardo Ferrini non è un caso isolato: già nel 2013, alla materna Ugo Bartolomei, nel quartiere Africano, i docenti cancellarono la festa del papà per non mettere in difficoltà un bambino che aveva due mamme. Allora la proposta era partita da una psicologa ma, dopo le proteste dei genitori, la ricorrenza fu ripristinata e festeggiata regolarmente;

particolarmente gravi le dichiarazioni rilasciate a La Repubblica il 30 marzo dall'assessore alla scuola del comune di Roma, Paolo Masini. L'assessore inizia subito con un falso «... secondo quanto comunicato dalla scuola, da poco è venuto a mancare il padre di un bimbo. Così i docenti hanno deciso di non festeggiare, per non far soffrire uno degli alunni», omettendo che si trattava di una decisione presa mesi addietro. Poi imputa ai genitori protestatari di aver avviato «una partita ideologica» a danno dei propri figli («Non si fa un derby sulla pelle dei bambini» è un'espressione che ad avviso degli interpellanti lascia senza fiato), quando in realtà è vero l'esatto contrario e cioè che i docenti hanno deciso che i minori ad essi affidati dovessero soggiacere alla propria impostazione ideologica, senza comunicarla ai genitori;

le scelte che i collegi dei docenti vanno, adottando negli ultimi anni stanno innalzando il «livello di scontro» con le famiglie, al di là delle tensioni che già si generano a causa della crisi economica che da anni attanaglia il Paese. Tali scelte denotano una presunzione di superiorità culturale dei corpi docenti sui genitori («sappiamo meglio noi cosa va bene per i vostri figli...»), secondo gli interpellanti totalmente inaccettabile, arbitraria, ideologica e soprattutto illegale, in quanto non scritta in alcuna legge; la legge semmai dice il contrario;

appartengono a questa categoria la decisione di diffondere l'ideologia gender, in contrasto assoluto con i principi della religione cristiana, ma anche di quelle musulmana o induista, come quella di non festeggiare il Natale per non offendere la sensibilità dei bambini di altre religioni o quella di sopprimere la festa della mamma e del papà, perché «i cambiamenti della famiglia impongono altre ricorrenze»;

quanto questa posizione dei corpi docenti sia arbitraria e generatrice di conflitti lo chiariscono bene le famiglie che hanno proposto la diffida contro il corpo docente della Ferrini: «Vogliamo solo capire l'indirizzo educativo e decidere di conseguenza... Nessuno di noi è contro le famiglie allargate, ciò non toglie che vogliamo che i nostri figli crescano con la consapevolezza dei ruoli»;

a tutela di questi genitori, come di tutti gli altri, ci sono sia le Convenzioni internazionali sulla libertà dei genitori di educare i propri figli nel modo che ritengono più opportuno sia le norme che tutelano la rappresentanza e la posizione culturale dei genitori nei vari consigli di istituto, contenute nel Testo unico sulle scuole di ogni ordine e grado –:

se non ritenga opportuno assumere con urgenza un'iniziativa, se del caso normativa, con la quale si imponga ai provveditorati e ai corpi docenti, che qualsiasi decisione dei provveditori o degli istituti che comporti modifiche ai modelli educativi o alle tradizioni culturali consolidate, debba essere preventivamente pubblicizzata, discussa e approvata dalla maggioranza dei genitori, riuniti nei loro organismi di rappresentanza e che possa essere approvata dal provveditore o essere messa in discussione nei consigli di istituto o collegi dei docenti solo previo assenso degli organismi di rappresentanza dei genitori;

se, in tale ambito, non ritenga opportuno assumere iniziative perché si dichiari la nullità di tutte le deliberazioni scolastiche che non rispettino i principi, i diritti e i poteri delle rappresentanze genitoriali;

se non ritenga opportuno chiedere al provveditore di Roma l'applicazione di provvedimenti disciplinari nei confronti del collegio dei docenti della scuola dell'infanzia comunale Contardo Ferrini, per violazione delle norme sull'informazione ai genitori, nonché delle norme sui poteri della rappresentanza genitoriale, in relazione ai fatti esposti in premessa.

(2-00915) «Pagano, Roccella».

@alepaganotwit

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Luglio 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter