Mercoledì, 10 Agosto 2022


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Convegno “Ever closer union – Un’Europa sempre più unita”. Università Scienze Politiche e Giuridiche. Messina.18 Maggio 2017.

 

 

 

 


 

Il Pontefice è il vicario di “quel Cristo che è venuto per gli ammalati non per i sani”, e nell’Europa soprattutto Benedetto XVI, da cardinale e poi da papa, ma già Giovanni Paolo II, hanno visto un continente particolarmente malato.

Crisi dell’Europa

Gli altri vedono dall’esterno ci vedono malati e noi europei invece no (chi entra in un luogo dove c’è cattivo odore da fuori se ne accorge subito; ma non è così per chi è già dentro).

C’è una crisi che è specifica dell’Europa (e delle sue appendici canadese e australiana: diversa è la situazione degli Stati Uniti). La riflessione che voglio sottoporre è di 12 punti:

1.            la stanchezza morale dell’Europa che di fronte all’aggressione dell’ultra-fondamentalismo islamico (che non va confuso simpliciter con l’islam in genere) non è in grado di reagire – o almeno non in modo unitario – ma rimanda, rinvia, cerca soprattutto di non essere disturbata nei suoi divertimenti e nei suoi commerci pensando che “tanto col tempo tutto si aggiusta”. La riflessione parti dal presupposto che l’Europa si è comportata così di fronte al nazismo e di fronte al comunismo.

2.            Il problema non è primariamente geopolitico ma morale semmai è l’ignavia dei presunti buoni, che ha vere e proprie caratteristiche di vizio.

3.            l’introduzione di leggi particolarmente aberranti ma di un brutale assalto ai fondamenti dell’etica sociale di cui il matrimonio gay,utero  in affitto e l’eutanasia all’olandese.

4.            il “suicidio demografico” dell’Europa (l’espressione è stata coniata da Giovanni Paolo II), rispetto al quale quello di cui ci si deve stupire è che se ne parli così poco mentre le statistiche sulla demografia sono tipiche della fine di una civiltà.

5.            Rifiuto delle nostre radici. Solo fra identità forti c’è il confronto, il rispetto e la convivenza. Altrimenti la più forte mangia la più debole, salvo per avere la re-azione che il più delle volte sfocia nella guerra.

6.            La Globalizzazione ha concentrato le ricchezze in poche mani e ha favorito le speculazioni.

7.            “Relativismo Etico” è dominante e ha caratteristiche da “pensiero unico”.

•             L’idea di libertà - ha ricordato Benedetto XVI in Austria con le parole del filosofo non credente Jürgen Habermas - nasce sulle fondamenta ebraiche e cristiane del primato della ragione: «È un’eredità immediata della giustizia giudaica e dell’etica cristiana dell’amore». Solo se si crede che la ragione sia un principio e fondamento universale si può credere nella verità.

•             Le ideologie sovrastano la ragione. La stessa fede cattolica non disprezza le altre religioni anzi è abituata a convivere.

•             L’abbandono del primato della ragione porta a una «rassegnazione che considera l’uomo incapace della verità». Se non esiste «la» verità, non esistono «le» verità, né valori universali.

•             Fede e Ragione camminano sempre insieme.

8.            Le UE in pochi anni ha generato:

•             35milioni disoccupati

•             La quasi estinzione del ceto medio

•             Fughe dei cervelli

9.            “L’Europa dalle radici cristiane” è il presupposto unico della rinascita del Continente (Giovanni Paolo II).

10.          “L’Europa respira a due polmoni, l’Occidente e l’Oriente” e quindi solo la piena cooperazione tra le due parti continentali salverà l’Europa (Giovanni Paolo II).

11.          Vogliamo costruire l’Europa dei Popoli e delle Regioni, perché quella ottenuta è Unione Sovietica Europea (V. Bukowski)

                                                                      UE al bivio

 

 

                                                          Unione                                       Federalismo

                                                        (Dittatura)                                      (Libertà)

12.          L’Europa e la semantica:

Cattiva Semantica: Muri e Barriere;

Nuova Semantica: Porta e Ponte.

 

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Agosto 2022 Prossimo mese
L M M G V S D
week 31 1 2 3 4 5 6 7
week 32 8 9 10 11 12 13 14
week 33 15 16 17 18 19 20 21
week 34 22 23 24 25 26 27 28
week 35 29 30 31
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter