Sabato, 16 Novembre 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Il monumento nel paesaggio siciliano dell’ottocento

 Il monumento nel paesaggio siciliano dell’ottocento

(Convegno organizzato da: Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Agrigento)

Traccia della relazione dell’On.le Alessandro Pagano – Assessore Regionale ai Beni Culturali, Ambientali e alla Pubblica Istruzione

La mostra "Il monumento nel paesaggio siciliano dell’Ottocento" documenta il forte e radicato legame tra il monumento e il paesaggio – naturale e urbano – mediante una significativa selezione di opere pittoriche.

I dipinti presentati attingono alternativamente, ora dalla tradizione, ora da quella romantica e realistica propria di una fortunata fase di una pittura di paesaggio. Il percorso della mostra focalizza un segmento importante della storia artistica dell’ottocento e dei primi anni del secolo successivo, in cui il monumento nella sua specificità storica, estetica e simbolica fa da comprimario al contesto paesaggistico che a sua volta, non più relegato alla funzione di sfondo, acquista anch’esso una nuova autonomia espressiva.

Questa mostra è la conferma che i nostri padri dell’800, ma è stato così sin dalla nascita dell’uomo, avevano ben chiaro quale fosse l’equilibrio armonico con la natura.

"Un equilibrio che vedeva l’uomo protagonista, capace con la forza propria identità di vivere armoniosamente con la natura stessa. L’ambiente, come si può vedere dai dipinti non prevaricava l’uomo, non lo soppiantava né lo travolgeva, ma veniva nobilmente gestito e rispettato.

L’uomo così diventava protagonista e rendeva straordinario il contesto naturale grazie ai monumenti da lui realizzati. La natura selvaggia e distruttrice non è un modello di ordine naturale; il modello che rispetta l’ordine naturale vede la natura governata dall’uomo, sia pur con rispetto, delicatezza, buon gusto e, perché no, anche con i riflettori accesi onde evitare gli abusi".

È questo il messaggio che Francesco Zerilli, Tommaso Riolo, Giovan Battista Carini, Francesco Lojacono, Ettore De Maria Bergler, Michele Catti, Rocco Lentini, Mario Mirabella, Saverio Paolo Cavallaio, Francesco Paolo Rivas e Francesco Camarda lanciano a noi posteri.

A distanza di 100 anni con questo evento espositivo, ideato dalla Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Agrigento, nel suggestivo e da mozzafiato complesso Chiaramontano di Santo Spirito ad Agrigento, si vuole lanciare un messaggio all’uomo contemporaneo: la visione antropologica della natura.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter