Ricerca, Pagano (Pdl): Grazie a progetto Rimed, Italia leader nelle biotecnologie

 

 

“La Fondazione Rimed, il cui progetto nel campo delle biotecnologie e della ricerca biomedica verrà attuato tra poco più di un anno, ha già conferito 30 borse di studio a giovani e brillanti ricercatori la cui età media non supera i 35 anni.


Una prima e significativa iniziativa, che tuttavia è poca cosa rispetto alla reale entità del progetto che prevede il reclutamento di oltre 600 ricercatori provenienti non solo dal nostro Paese, ma da ogni parte del mondo”.

E’ quanto afferma il deputato del Pdl Alessandro Pagano a margine dell’odierna presentazione, a Palermo, del progetto del nuovo centro per le biotecnologie e la ricerca biomedica della Fondazione Rimed, alla quale sono intervenuti il presidente del Consiglio Mario Monti e il ministro della Salute Renato Balduzzi .

“Sviluppo, innovazione e transnazionalità – prosegue - sono le linee direttrici lungo le quali il progetto si articolerà, concretizzando così le proposte maturate sedici anni fa nell’ambito del centro trapianti Ismett di Palermo, considerato tra i primi al mondo e frutto di una joint venture tra Italia e Usa”.

“Si tratta – aggiunge - di un’importante opportunità per la Sicilia e l’intero Paese che non sarebbe mai stata possibile senza lo stanziamento di 300 milioni di euro, ottenuti nel 2006 grazie all’intervento dell’allora ministro per lo Sviluppo e la Coesione territoriale Gianfranco Micciché, e che ora sarà portata avanti da validi partenariati istituzionali”

“Iniziative come quella intrapresa dalla Fondazione Rimed, sono il modo migliore, come condivisibilmente evidenziato anche dal premier e dal ministro della Salute, per superare la crisi e le emergenze che tengono in stallo il Paese. Per tali ragioni non possiamo che esprimere il nostro plauso più convinto, nell’auspicio che tali realtà positive si consolidino e accrescano”, conclude.