#terrorismo, @alepaganotwit: valutare corsi di formazione per #giudici

 

 

 

 

 

"Mai mi sarei immaginato di difendere le procure della Repubblica, che in passato si sono caratterizzate per eccessi su fatti di cronaca, e di stigmatizzare l'operato di alcuni rappresentanti della magistratura giudicante.


 

Ancora ieri infatti la giornata e' stata caratterizzata da due discutibili decisioni". Lo premette Alessandro Pagano, deputato di Area popolare, che spiega: "La prima e' quella del gip di Palermo che ha deciso di scarcerare la ricercatrice libica, fermata per istigazione al terrorismo e propaganda alla jihad sul web, nonostante la contrarietà del procuratore di Palermo Lo Voi e del capo dell'antiterrorismo Roberti; la seconda e' stata la sentenza creativa della Corte d'appello di Roma sul riconoscimento della stepchild adoption, andando ben al di là delle proprie competenze considerato che di fatto e' stato scavalcato il ruolo legislativo del Parlamento".

Per Pagano "a questo punto e' chiaro che, di fronte a questa pericolosa deriva per la sicurezza nazionale e per la nostra stessa società, a causa di alcuni giudici, serve assolutamente che il Governo trovi una soluzione, raccordandosi nelle sedi istituzionali con l'Anm e lo stesso Csm. E valutare seriamente di prevedere ad esempio corsi di formazione specifici sul terrorismo, come proposto da Alfredo Mantovano, giudice della Corte d'appello di Roma. Anche la formazione e' prevenzione".

(DIRE) Roma, 24 Dicembre 2015

@alepaagnotwit