Emergenza rifiuti

CALTANISSETTA – "Il presidente dell’ATO rifiuti CL 1 deve immediatamente concedere la proroga dei pagamenti delle bollette fino al 30 settembre perché abbiamo il diritto di capire il perché di questi aumenti spropositati".

Lo ha dichiarato l’on. Alessandro Pagano, responsabile organizzativo di Forza Italia in Sicilia, facendosi portavoce delle proteste dei cittadini che hanno ricevuto bollette con incrementi fino al 300%.

"Abbiamo avviato una raccolta di firme – ha detto l’on. Pagano – per bloccare l’arrivo delle bollette. La nostra non è solo un’iniziativa politica ma questa richiesta è invocata dai cittadini che vogliono vederci chiaro e capire cosa sta succedendo. Cimino, infatti, dovrà spiegare perché, tra tutti gli ATO rifiuti siciliani, solo a Caltanissetta è scoppiata la protesta dei contribuenti a causa del lievitare dei costi. La verità è che ormai tutti si sono resi conto che Cimino ha gestito la società in maniera fallimentare dal punto di vista contabile ed ha utilizzato metodi clientelari per favorire la sua parte politica, a discapito della sana amministrazione e degli utenti".

L’on. Pagano, d’intesa con il direttore dell’Osservatorio rifiuti dell’Agenzia regionale per la Sicilia, Salvatore Raciti, ha fissato per il prossimo 13 agosto, alle ore 9,30, a Palermo, la conferenza di servizi negli uffici di via Catania dell’Agenzia convocando il presidente dell’ATO CL 1, i sindaci che aderiscono alla società e i rispettivi responsabili tecnici per trovare una soluzione al problema che sta affliggendo gli abitanti di tutta la provincia di Caltanissetta.

"Ci aspettiamo che nella riunione di lunedì prossimo – ha concluso l’on. Pagano – Cimino non giochi a scaricabarile e fornisca spiegazioni serie e concrete non solo sul caro bollette ma anche su sprechi e clientele che si sono verificati e che abbiamo puntualmente denunciato all’opinione pubblica. E’ ridicolo, infatti, che l’attuale presidente continui a sostenere che le colpe sono da attribuire alla legge sugli ATO approvata dalla Regione quando invece le responsabilità del disastro attuale è solo sua e del suo modo superficiale di guidare l’ATO rifiuti".

On. Prof. Alessandro Pagano
Responsabile organizzativo di Forza Italia per la Regione Sicilia