Ospedale Niscemi

CALTANISSETTA – "Nell’ultimo periodo sono apparse svariate notizie, alcune delle quali fuorvianti, sull’ospedale di Niscemi. A differenza di altri componenti della Casa delle Libertà che asseriscono che l’ospedale vive una condizione ideale sia dal punto di vista del personale che sotto il profilo delle strutture, ribadisco con forza quanto avevo già affermato e cioè che il nosocomio di Niscemi si trova da tempo in situazione di gravità sia per i problemi di "età" sia a causa della frana che ha colpito il paese".

Lo ha affermato l’on. Alessandro Pagano, responsabile organizzativo di Forza Italia in Sicilia, dopo le ennesime notizie contrastanti sul futuro del presidio ospedaliero "Basarocco.

"Della situazione di Niscemi – ha continuato l’on. Pagano - il Governo regionale di cui facevo parte se ne rese perfettamente conto ed elargì un congruo finanziamento: circa 10 miliardi di vecchie lire. Nei mesi successivi, a ritmi incalzanti, si sono succedute la consegna delle TAC che ha evitato ai pazienti del comprensorio di Niscemi fastidiose trasferte e l’acquisto di un ecografo di ultima generazione. Inoltre sono stati potenziati i singoli reparti con strumenti moderni e aumentata la dotazione di dirigenti medici per il pronto soccorso. Infine furono trovati gli spazi per la seconda sala operatoria di chirurgia per la quale fu richiesto un ulteriore finanziamento alla Regione. Allo stato attuale, oltre a ringraziare i dipendenti dell’ospedale per la professionalità, senso di appartenenza e sacrificio mostrato in questa fase di difficoltà, continuerò a fare quanto avevo promesso. Vigilerò per evitare che, per i motivi più svariati, si creino ritardi e si vanifichi quello di cui la città di Niscemi ha diritto ed è stato già deliberato: un ospedale adeguato per numero di posti letto, tecnologia e con il personale necessario per soddisfare le esigenze dei pazienti".