Confcommercio. Pagano: “Solidali con le imprese, questa finanziaria è da bocciare”

PALERMO – "Siamo solidali con la protesta della Confcommercio che domani, per la prima volta nella sua storia, si riunirà a Roma in assemblea straordinaria per protestare contro la finanziaria che viene definita una legge da cancellare perché aumenta le tasse e tassa lo sviluppo, penalizza le imprese e non aiuta il Paese".

Lo ha dichiarato l’on. Alessandro Pagano, responsabile organizzativo di Forza Italia in Sicilia, alla vigilia della mobilitazione che vedrà coinvolti oltre mille delegati di imprenditori del mondo del commercio, del turismo, dei servizi e dell’artigianato.

"Per una volta facciamo nostre le parole di altri – continua l’on. Pagano – e siamo d’accordo con la Confcommercio affermando che questa finanziaria è da bocciare perché colpisce il ceto produttivo, non prevede sufficienti misure per il rilancio della competitività, non crea le condizioni per la crescita dell’economia e la ripresa dei consumi. Una finanziaria che penalizza le imprese per circa 7 miliardi di euro e che non è in grado di assicurare al Paese un’adeguata crescita economica visto che la pressione fiscale rischia di arrivare al 42% del Pil, il dato più alto dal 1977. Forza Italia, dunque, si schiera accanto alla Confcommercio contro il Governo Prodi responsabile di voler approvare una legge che ignora il terziario e le piccole e medie imprese che sono il motore della nostra economia contribuendo al 65% del Pil e dell’occupazione".