Chiesa Madre di San Cataldo, al via il restauro con i fondi del Lotto

SAN CATALDO – "San Cataldo è ancora una volta al centro dell’attività di restauro e recupero che la vede protagonista e che ha letteralmente cambiato volto alla città grazie anche all’impegno del sindaco Torregrossa e della sua amministrazione".

L’on. Alessandro Pagano, assessore regionale uscente ai Beni Culturali, ha espresso la sua soddisfazione per il restauro della Chiesa Madre e dell’oratorio del Sacramento di San Cataldo nel corso della cerimonia di consegna dei lavori che si è svolta questa mattina.

I lavori, per un importo di oltre un milione e trecentomila euro con fondi derivanti dal gioco del Lotto, riguardano il consolidamento ed il recupero dell’Oratorio del Sacramento, della navata sinistra della Chiesa Madre e della Canonica.

"Questo intervento - ha detto l’on. Pagano - fa parte di quel programma di valorizzazione del patrimonio religioso culturale, da noi avviato e fortemente voluto, che punta al recupero del bene artistico e alla conseguente possibilità da parte della popolazione di poterne usufruire. In particolar modo la Chiesa Madre e l’Oratorio del Sacramento, che avevano bisogno di interventi rapidi e costanti, rappresentano una parte importante della cultura e della storia della nostra provincia. Questi due Beni ecclesiastici, infatti, non sono soltanto edifici di grande pregio architettonico ma anche luoghi di culto strettamente legati alla tradizione di San Cataldo che oggi siamo orgogliosi di affidare alle cure dei tecnici per poterli restituire al loro antico splendore".

Il progetto, oltre che il restauro ed il consolidamento della Chiesa Madre e della canonica, prevede il recupero e la riconfigurazione dell’Oratorio del Sacramento. Fondamentalmente, si tratta di lavori di manutenzione straordinaria della Chiesa Madre e della Canonica, con realizzazione di impianti, e del consolidamento dell’Oratorio e della Chiesa Madre.

"Sono stati mantenuti gli impegni da parte del Comune – ha detto il sindaco di San Cataldo, Raimondo Torregrossa -. In particolare abbiamo varato la variante urbanistica che consente i lavori di restauro e il consolidamento della piazza e della via Ruota. Questo intervento è solo una delle tante opere che hanno consentito a San Cataldo di diventare più bella e più moderna nel rispetto della propria identità".