Martedì, 25 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Ormai non sono più rulli di tamburo di guerra mondiale. È proprio Guerra!

 

 

 

 

 

 

 

Ore 19:20 RAID AEREO DI ISRAELE CHE BOMBARDA AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO


(Lo ha riferito l’agenzia di stampa Sana).

L’azione ha causato diversi morti, tra cui un alto comandante della Repubblica Islamica, Mohammed Reza Zahedi, il suo vice e un altro generale dei Pasdaran.

L’ambasciatore di Teheran e la sua famiglia sono rimasti illesi, ma il diplomatico ha promesso che ci sarà una dura rappresaglia nei confronti del nemico sionista.

Ore 19:20 FUNZIONARI USA DICHIARANO: “BIDEN INFORMATO PREVENTIVAMENTE SU RAID ISRAELE”.

Il presidente americano, Joe Biden, è stato informato da Israele in merito al raid a Damasco contro la struttura diplomatica iraniana.

(Lo riferisce Sky News Arabia).

Ore 19:25 ONU: “PROFONDA PREOCCUPAZIONE”.

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha espresso profonda preoccupazione per l’attacco israeliano a Damasco contro la struttura diplomatica iraniana.

(Lo riferisce l’ufficio della guida del Palazzo di Vetro di New York).

Ore 19:23 IRAN: “NETANYAHU HA PERSO LA TESTA A SEGUITO DEI SUOI CONTINUI FALLIMENTI A GAZA”.

Il ministero degli Esteri iraniano commenta così l’attacco israeliano contro un edificio appartenente all’ambasciata di Teheran a Damasco in Siria.

“Pronta la risposta contro Israele”.

Ormai non sono più rulli di tamburo di guerra mondiale. È proprio Guerra!

Chiara la responsabilità di Israele, con la copertura dell’Amministrazione Biden, di voler cercare il conflitto a tutti i costi.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter