Venerdì, 21 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Teatro sociale, incontro decisivo

Questa mattina l'assessore regionale ai Beni culturali ed alla Pubblica istruzione, Alessandro Pagano, sarà in visita ufficiale a Canicattì.

Il rappresentante della Regione incontrerà i tre commissari, Vasques, Ferrante e Romano, che amministrano il Comune dallo scioglimento disposto dal Consiglio dei Ministri per condizionamenti mafiosi.

Nel corso dell'incontro che si terrà al municipio, Pagano parlerà della valorizzazione dei Beni culturali di cui Canicattì è ricca.

Tra i primi obiettivi di questa commissione al momento del suo insediamento vi era stato il recupero di uno dei gioielli architettonici e strutturali di cui la città dispone.

Stiamo parlando del Teatro sociale. Nei mesi scorsi l'ex amministrazione comunale aveva indicato la possibilità di un finanziamento con il Pit Demetra per iniziare i lavori di ristrutturazione del teatro sociale che sorge nel centro storico di Canicattì.

Adesso i commissari, che guidano le sorti del Comune da quando è stata dichiarata decaduta la Giunta guidata da Antonio Scarnali, dopo aver visitato il Teatro sociale, avevano assicurato che si sarebbero attivati in tutti i modi per accelerare l'iter di finanziamento dei lavori.

La documentazione era già stata presentata, completa delle autorizzazioni rilasciate dalla Sovrintendenza ai Beni culturali e dai Vigili del fuoco. Adesso si trattava soltanto di intervenire presso la Regione e sollecitare l'intervento finanziario, programma che il commissario ha già inserito nella sua agenda e che molto presto sarà portato a conclusione.

Il progetto per il recupero del Teatro sociale è stato realizzato dall'architetto Gigi Munna, coadiuvato dal capo dell'Ufficio tecnico comunale Giuseppe Tomasella.

Ma con Pagano si parlerà anche della situazione dell'edilizia scolastica in città, considerato che l'assessore regionale ricopre anche la delega alla Pubblica istruzione. I commissari infatti avevano annunciato il loro intervento per migliorare l'edilizia scolastica in città: «Lavoreremo - hanno detto - nonostante le ristrettezze economiche in cui questo comune si trova, affinchè gli istituti scolastici cittadini possano essere funzionali».

In città, infatti, erano partiti i lavori per la sostituzione degli infìssi in alcune scuole ovviamente di competenza comunale. Si tratta della De Amicis, della Rapisardi e della Don Bosco. Ovviamente il lavoro di adeguamento non si era fermato qui. Ad esempio erano stati riparati, oltre agli infissi anche gli impianti elettrici, quelli idrici e sanitari e verranno dotate di tutto quanto occorre.

Attenzione questo non significa assolutamente che le scuole di Canicattì si presentano in uno stato precario, ma durante l'anno si sa si registrano sempre delle rotture e degli inconvenienti che devono essere risolti. Dunque dopo la visita della commissione regionale antimafia a Canicattì che i tre commissari avevano restituito qualche giorno dopo, un altro esponente della Regione mostra il proprio interessamento ai problemi di questa città.

Con le casse vuote e con molti debiti da pagare in sede di lavorazione del nuovo bilancio occorre che i commissari possano avere delle certezze economiche che possano supportarli nella loro attività di gestione dell'ente.

Carmelo Vella

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter