Venerdì, 21 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

La bellezza dei Templi non produce l'adeguata ricchezza al territorio

L'assessore regionale ai beni culturali promuove il Parco, ma con riserva. Alessandro Pagano loda lo stato di conservazione dell'intera area archeologica e paesaggistica di Agrigento, ma stimola la città alla promozione del proprio prodotto.

«Dice il falso chi sostiene che la Valle non è conservata come si deve - sostiene l'assessore Pagano - da parte mia devo fare alla città i miei complimenti per una situazione che deve inorgoglire gli agrigentini. Temevo che la situazione fosse diversa, invece...».

Parole nuove ed entusiasmanti per orecchie abituate a sentir sottolineare con costanza ritardi, mancanze e soprattutto abusi edilizi.

Ma dopo la carota, anche da parte dell'amministratore regionale a cui è affidato il monitoraggio dei beni culturali e ambientali arriva, per la città dei templi, il bastone.

«Al momento del mio insediamento - dice Alessandro Pagano - ho stimolategli enti preposti perché accelerassero gli iter e arrivassero in tempi brevi a un piano del Parco capace di costituire il volano del rilancio di Agrigento e, perché no? dell'intera regione e adesso si deve passare all'azione e farlo in tempi ragionevolmente brevi».

Insomma, l'invito dell'assessore regionale è quello di passare dalla conservazione alla fruizione. Per riuscirci non si scende a compromessi.

«Non siamo disposti - dice l'assessore Pagano - ad accettare prodotti preconfezionati, tranne che questi siano capaci di cogliere la necessità di rispondere alla grande e Triplice sfida che riguarda Agrigento, e cioè l'occupazione, lo sviluppo e la ricchezza del territorio»

All'ombra dei templi, da parte dell'assessore regionale arriva anche uno sfogo amaro che meglio chiarisce la sua posizione.

«Non è ammissibile - dice infatti Pagano - che il Parco continui a mostrare certi limiti nel numero di turisti, mentre altri siti altrettanto interessanti, e ai quali la Valle non ha nulla da invidiare i numeri volino sopra il milione di presenza in un anno». Il riferimento è - come spiega lo stesso Pagano - a Pompei, preso ad esempio. Ma come reagire?

«Innanzitutto dandosi delle precise scadenze - dice l'assessore regionale - per esempio il Parco archeologico deve essere un modello già definito e pronto assolutamente entro i limiti della mia legislatura, e cioè entro il giugno del 2006. Ma per questo - aggiunge ancora Pagano - non può esserci soltanto l'impegno della Regione, ma serve anche quello deciso dell'intera comunità di Agrigento».

L'assessore è dunque ottimista, puntualizza scadenze precise e offre una grande opportunità di riscatto al territorio. E' tempo di cogliere al volo questa opportunità.

C. I.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter