Giovedì, 19 Settembre 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Programma regionale di internazionalizzazione (PRINT) e il Politecnico del Mediterraneo

Un’importante azione per aprire il tessuto istituzionale, economico e produttivo siciliano nei confronti dell’estero attraverso una strategia di sistema complessiva e un approccio programmatico a carattere trasversale.

Per raggiungere tali finalità, l’Amministrazione Regionale nel suo complesso ha inteso dotarsi di un Programma Regionale di internazionalizzazione (PRINT) , capace di:

  • orientare le scelte programmatiche regionali in tema di internazionalizzazione;
  • integrare interventi ed azioni di internazionalizzazione che maturano nei diversi Assi e Settori di intervento;
  • razionalizzare e mettere a sistema le attività promosse e realizzate in favore dell’internazionalizzazione sul territorio regionale sia direttamente dall’Amministrazione regionale che dagli enti e soggetti socio-economici;
  • garantire – nei programmi di partenariato internazionale - l’integrazione tra risorse POR e risorse della cooperazione previste dai programmi della Comunità Europea (Interreg, Phare, Meda, ecc.).
  • In quest’ottica , riferendosi alle possibilità offerte dalla sottomisura 6.06 B, si è dato un notevole impulso al rilancio del progetto per l’Istituzione, del Politecnico di Mediterraneo come polo d’eccellenza finalizzato all’incontro e all’elaborazione della cultura tecnica e scientifica mediterranea, prevedendo la realizzazione di un’infrastruttura concepita per erogare servizi di formazione universitaria e di ricerca scientifica-tecnologica, integrate dalle discipline che lo studio stesso indicherà avvalendosi dell’analisi di domanda e della ricognizione dei più recenti indirizzi di offerta didattico - scientifica.

L’infrastruttura dovrà essere attrezzata per soddisfare, ai più elevati standard della didattica e della ricerca, l’utenza nazionale ed internazionale sulle materie di interesse comune per i sistemi sociali ed economici direttamente od indirettamente afferenti alla macro-regione euro-mediterranea.

Salvo diverse indicazioni che emergeranno dallo studio, si ritiene di adottare come obiettivo referenziale il numero di 5.000 studenti complessivamente serviti a regime, di cui almeno il 50% di provenienza internazionale.

Nello studio di fattibilità saranno verificati nel dettaglio i legami con lo sviluppo economico e produttivo del territorio. Si considera l’effetto di traino sull’economia siciliana e, più in generale, del Mezzogiorno del Politecnico come struttura di elaborazione scientifica e tecnica ancorata all’innovazione ed allo sviluppo del territorio, in stretta connessione e funzionale alle imprese, destinatarie del nuovo know - how elaborato dal Politecnico. Il Comitato Promotore, istituito con decreto il 16 novembre 2005, vede la partecipazione come soggetti principali, le quattro Università Siciliane – (Palermo, Catania, Messina, Enna), oltre la Confindustria Sicilia.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Settembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 35 1
week 36 2 3 4 5 6 7 8
week 37 9 10 11 12 13 14 15
week 38 16 17 18 19 20 21 22
week 39 23 24 25 26 27 28 29
week 40 30

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter