Mercoledì, 22 Maggio 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Autostrade del mare - Accordo Italia-Spagna

 INTERROGAZIONE

AL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI.

Premesso che

il 10 settembre scorso – in occasione del vertice italo-spagnolo alla Maddalena – è stato firmato un accordo tra i due Paesi finalizzato a garantire, attraverso l’implementazione delle Autostrade del Mare, il trasferimento dal trasporto terrestre a quello via mare di circa 400 mila tir nei prossimi due anni;

l’accordo prevede, tra l’altro, l’istituzione di una Commissione mista con il compito di selezionare le varie proposte per i collegamenti marittimi tra Italia e Spagna attraverso apposite gare internazionali e l’elaborazione di un programma per determinare le modalità di finanziamento dei collegamenti;

le tratte marittime interessate al progetto sono undici:Civitavecchia - Barcellona; Civitavecchia – Tarragona;Genova - Algeciras;Genova - Barcellona;Livorno - Barcellona;Livorno - Tarragona; Livorno - Valencia; Palermo - Valencia;Salerno -Tarragona; Salerno - Valencia; Marina di Carrara – Castellon de la Plana;

in prospettiva i benefici legati al raggiungimento dell’obiettivo di dirottare sul mare il traffico dei mezzi pesanti saranno molteplici soprattutto dal punto di vista commerciale, con un notevole incremento dei traffici tra Italia e Spagna, e dal punto di vista ambientale con l’abbattimento dei livelli di emissione di CO2;

le tratte fuori dal progetto rischiano concretamente di essere penalizzate in termini di sviluppo delle imprese e quindi di sviluppo economico;

ripercussioni più pesanti si avranno su realtà economiche e produttive più fragili come quella della Sicilia, la quale vede menzionata - tra quelle individuate - solo la tratta Palermo – Valencia mentre non viene indicata alcuna tratta che interessi la Sicilia meridionale;

così facendo si rischia di escludere la Sicilia da nuove occasioni di crescita e di indebolire anche le relazioni economico-sociali con i Paesi dell’area mediterranea che l’Italia intrattiene passando per i corridoi commerciali che attraversano l’isola;

il 21 e il 22 ottobre prossimi, il governo italiano e l’Unione europea ospiteranno a Napoli la Conferenza sul progetto TEN-T (Trans-European Network Transports), il quale comprende grandi progetti prioritari che concernono il trasporto su strada e quello combinato, le vie navigabili e i porti marittimi nonché la rete europea dei treni a grande velocità. Anche i sistemi intelligenti di gestione dei trasporti rientrano in questa categoria, tra cui il progetto Galileo di posizionamento geografico via satellite;

in occasione della Conferenza di Napoli, gli Stati membri si confronteranno, in particolare, sulle questioni concernenti il rapporto con il continente africano e il ruolo sempre più incisivo del Mediterraneo dal punto di vista geopolitico e commerciale;

il sud dell’Italia, e la Sicilia in particolare, avranno in questa prospettiva un ruolo sempre più strategico;

attualmente il Governo sta profondendo grande impegno nel sostenere a livello europeo – nell’ambito del rafforzamento del corridoio 24 (Genova – Rotterdam) e del corridoio V ( Lisbona – Kiev) - la realizzazione di un progetto finalizzato a fare di Genova e Trieste dei "super porti" (o più tecnicamente, "porti corridoi")ovvero due corridoi intermodali capaci di collegare le navi alle ferrovie e ai centri di smistamento, governati da commissari con ampi poteri (addirittura sostitutivi di quelli degli amministratori locali) e finanziati attraverso il "project financing" che consente di coinvolgere la finanza e le imprese;-

per sapere

quali iniziative intenda tempestivamente approntare al fine di valorizzare il ruolo della Sicilia - con particolare attenzione a quella meridionale - nella prospettiva di un incremento delle relazioni commerciali con i Paesi del Mediterraneo(il Nord Africa ma anche la Spagna), evitando in tal modo che i benefici commerciali e politici connessi alla realizzazione del progetto TEN-T siano dispersi con effetti negativi sull’economia dell’intero Paese;

se ritenga praticabile – altresì - la possibilità di realizzare, anche nel sud del Paese, un progetto analogo a quello citato ed attualmente"in itinere"nel Nord Ovest e nel Nord Est del Paese.

On. Alessandro Pagano

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Maggio 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 18 1 2 3 4 5
week 19 6 7 8 9 10 11 12
week 20 13 14 15 16 17 18 19
week 21 20 21 22 23 24 25 26
week 22 27 28 29 30 31
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter