Martedì, 27 Febbraio 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Pagano: Perchè Cimino non si dimette dall'Ato?




“Perché il dottor Giuseppe Cimino non si dimette dalla presidenza dell’Ato ambiente? Evidentemente tale situazione nasconde fatti gravissimi. E’ chiaro! Un verminaio di dimensioni pazzesche: clientele, sprechi e affarismi, a giudicare dalle accuse pubbliche lanciate dai dipendenti sui mezzi di comunicazione”. Così l’onorevole Alessandro Pagano, rispondendo alle recenti affermazioni di Cimino sui giornali.
”Archiviata la pausa ferragostana – aggiunge l’onorevole Pagano –  è opportuno replicare a Cimino, che sostiene che da una parte ci siano tredici comuni guidati da un santo senza macchia, che poi sarebbe lui, e dall’altra, invece, due comuni,


guarda caso, i più grandi del comprensorio e che rappresentano più del 51% dell’assemblea dei soci, che gli facciano la guerra. Cimino sostiene che questi ultimi comuni lo attacchino per motivazioni di natura esclusivamente politica. La verità è che, invece, siamo in presenza di fatti penalmente rilevanti”.
L’onorevole Pagano evidenzia: “Da circa due anni denunciamo quello che sta accadendo. Cominciai in una pubblica seduta, al Palacannizzaro, davanti a tremila persone e alle tv locali e da allora non mi sono più fermato! I Comuni di Caltanissetta e San Cataldo hanno reagito in questa maniera perché i rispettivi sindaci sono competenti sul piano tecnico e, più volte, hanno denunciato quanto siano false le posizioni di Cimino. Infatti, i bilanci 2008 e 2009 non sono stati ancora approvati, mentre i costi di gestione sono lievitati del 200%. Il Cda dell’Ato è decaduto da tempo, come ha avuto modo di ribadire l’Assessorato regionale all’Energia e dal momento della decadenza, tutti gli atti sono da considerarsi nulli. Inoltre, con riferimento a quanto dichiarato da Cimino giovedì 19 agosto sui giornali, in merito al fatto che la sua serenità di amministratore sia venuta meno, siamo umanamente dispiaciuti per lui, ma non è colpa nostra se ormai nessuno, nemmeno la sinistra, lo vuole più difendere essendo la sua posizione perlomeno imbarazzante. Men che meno la popolazione, che non nutre per lui nessuna fiducia. Noi non possiamo che condannare l’assunto dello stesso Cimino, secondo il quale i suoi problemi verrebbero da una campagna mossa dal sindaco di Caltanissetta. Michele Campisi, caro dottor Cimino, non sta attaccando lei, ma sta difendendo sessantamila cittadini nisseni, più altri sessantamila del Comprensorio Nord della provincia di Caltanissetta, che sono tartassati dalle tasse che lei ha imposto, con le sue gestioni dissennate e al limite del Codice. Campisi ha cambiato lo statuto e attende da allora che lei convochi l’assemblea dei soci con  due soli punti all’ordine del giorno: 1)  nomina del nuovo Consiglio d’Amministrazione dell’Ato CL1, (visto che lei è scaduto da molti mesi), 2) approvazione dei bilanci  2008 e 2009. 
La città ha appreso dai giornali dell’avviso di garanzia che il Consiglio d’Amministrazione dell’Ato CL1 ha ricevuto dall’Autorità giudiziaria, anche in questo caso siamo dispiaciuti per lui ma ammesso e non concesso che l’avviso riguardi soltanto false comunicazioni sociali, così come da lei dichiarato, il fatto non è irrilevante perché lei ha amministrato in questi anni centinaia e centinaia di milioni di euro. Disinformare i soci (cioè i Comuni) e l’intera popolazione non è un fatto trascurabile così come lei vuol far intendere. La frase, infine, che la dice lunga sulla buona fede di Cimino è quella che testualmente riporto:” Caro sindaco Campisi, ti ripeto e ti invito a fare ciò che vuoi, se ne sei capace”. Questa risposta denota arroganza e certezza dell’impunità e suona come una provocazione nei confronti delle migliaia di persone che soffrono la crisi economica, che le stratosferiche bollette di Cimino contribuiscono ad acuire. Suona anche come una provocazione nei confronti di Campisi, sindaco galantuomo e difensore dei suoi cittadini”.
L’onorevole Pagano conclude: “L’interrogativo, alla fine, è sempre lo stesso e merita una risposta immediata. Nessuno avrebbe l’interesse a restare in sella di fronte a tutte, queste palesi illegalità denunciate da più persone e a vari livelli. Se Cimino non si dimette, è chiaro che vuole nascondere cose gravissime. Ci dica, dottor Cimino, Cosa vuol occultare?”.

 

 

 

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Febbraio 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3 4
week 6 5 6 7 8 9 10 11
week 7 12 13 14 15 16 17 18
week 8 19 20 21 22 23 24 25
week 9 26 27 28 29
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter