Giovedì, 20 Settembre 2018

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Crisi, Pagano (Pdl): Bene Squinzi su crescita, precipitata in fondo ad agenda Monti

 

 

“Le parole del presidente di Confindustria Giorgio Squinzi sono sacrosante: la priorità assoluta è la crescita. Purtroppo, però, i fatti dimostrano come questo non sia stato l’obiettivo centrale dell’agenda Monti, tant’è che sia le imprese che i cittadini stanno ora provando sulla propria pelle gli effetti recessivi delle misure varate da questo esecutivo”.


E’ quanto dichiara, in una nota, Alessandro Pagano del Pdl, componente della Commissione Finanze della Camera.

“Affermare - prosegue - che le lacrime e il sangue chiesti agli italiani siano stati necessari per risolvere la crisi del nostro debito pubblico e che per non vanificare questi sacrifici occorre proseguire nella direzione tracciata dal governo Monti anche nella prossima legislatura è, quanto meno, una mistificazione della realtà condotta a fini elettoralistici”.

“Da convinti difensori quali siamo del fondamentale principio democratico ‘conoscere per deliberare’, riteniamo che i cittadini, per esprimere un voto libero e consapevole, debbano conoscere la verità dietro alla ‘guerra’ degli spread e alla crisi del debito: da un lato le riduzioni dei differenziali avvenute nell’ultimo anno sono dipese in massima parte dall’intervento della Bce e solo in maniera residuale dai provvedimenti varati dai singoli Stati nazionali; dall’altro la sostenibilità del debito pubblico per ciascun Paese dipende dal tasso di crescita, in Italia notevolmente ridottosi per effetto delle misure recessive dell’ultimo anno”, conclude.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Settembre 2018 Prossimo mese
L M M G V S D
week 35 1 2
week 36 3 4 5 6 7 8 9
week 37 10 11 12 13 14 15 16
week 38 17 18 19 20 21 22 23
week 39 24 25 26 27 28 29 30

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter