Venerdì, 19 Aprile 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Sanità. Pagano replica alle sinistre.

Rispondo volentieri all’On. Lo Maglio che con le sue consuete velenosità condite da una serie infinita di imprecisioni e di bugie ha concesso un’intervista avente come unico scopo quello di offendere direttamente il sottoscritto e indirettamente la gente del nostro territorio.

Vado in ordine. Mi accusa di aver partecipato ad una riunione all’assessorato regionale alla Sanità come se io non fossi un deputato regionale e non avessi il diritto–dovere di partecipare ad una riunione indetta dalla Regione. Mi vorrebbe segnalare lo stesso a quali riunioni potrei partecipare? E visto che per il neo comunista on. Lo Maglio questo mio comportamento è stato tenuto da altri parlamentari in analoghe riunioni di altre province, cosa vorrebbe fare? Forse bacchettare anche loro?

L’On. Lo Maglio ha definito "arrogante" il mio comportamento all’assessorato alla Sanità solo perché avrei difeso gli interessi del territorio così come programmato nella seduta aperta del Consiglio Provinciale dello scorso 3 dicembre in cui erano presenti i capigruppo di tutti i partiti e in cui furono delineate le linee guida che si auspicavano per la sanità provinciale. Il sottoscritto a Palermo altro non ha fatto che esprimere quanto evidenziato in quella riunione.

Altra bugia clamorosa citata dal Parlamento Nazionale riguarda il ruolo del Presidente della Conferenza dei Sindaci dei 22 comuni del nisseno, che però non sapevano di questa riunione perché il sindaco Messana li ha convocati solo dopo la riunione palermitana e non prima come logica voleva.

Non solo, Messana è andato via prima della fine perché convocato dall’ANCI, ed è grave che si sia fatto sostituire non da un altro sindaco della provincia, ma da un suo assessore. In coerenza a ciò l’accoppiata Messana – Licari non ha parlato di nessuna difesa delle strutture ospedaliere della provincia, ma si è limitata a discutere solo dell’Azienda ospedaliera Sant’Elia. E poi hanno il coraggio di dire che sono gli altri ad essere campanilisti!

Ma non è finita. Chi ha difeso l’interesse di tutta la provincia, ospedali di Caltanissetta e Gela compresi? Il sottoscritto. Ho fatto rilevare all’Ispettore Ciriminna (che sosteneva questa tesi) che l’accorpamento dell’ospedale di Mussomeli con quello di Agrigento era assurdo; che l’Azienda ospedaliera di Gela rischiava di essere declassata in quanto il numero di posti letto era al di sotto del numero minimo e che pertanto era indispensabile accorpare non solo l’ospedale di Niscemi a Gela ma anche quello di Mazzarino e, fra l’altro, questo era anche l’unico modo per mantenere Mazzarino come presidio ospedaliero. O l’ex sindacalista oggi deputato Lo Maglio avrebbe preferito che Mazzarino chiudesse? Ancora Alessandro Pagano è stato controparte con l’Ispettorato Sanità per l’istituzione al S.Elia della struttura complessa di emodinamica che invece l’Ispettorato voleva dimensionare ad una struttura semplice. Dove erano i miei denigratori in quelle fasi? Sono stato l’unico a sostenere che era necessario mantenere l’oncologia medica quale struttura complessa perché anche in quel caso il presidente dei sindaci era distratto. E infine ho difeso la specificità oncologica dell’ospedale di San Cataldo (oramai acquisita dalle professionalità di medici che vi operano e dalla nascente radioterapia) visto che nessuno lo richiedeva.

Questa è la cronaca di quella giornata di lavoro. Risultato: non è stato perso neppure un posto letto, abbiamo programmato una Sanità più a misura d’uomo, attenta esclusivamente al malato e rispettosa delle vocazioni del territorio.

E’ questa la mia colpa On. Lo Maglio? Invece meno male che quel giorno c’ero. E se poi gli altri non riuscendo a fare altrettanto denigrano la mia persona, pazienza. A me interessa difendere gli interessi legittimi e i bisogni dei cittadini. Il Palazzo non è mai appartenuto alle mie mentalità..

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter