Martedì, 19 Novembre 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Lettera dell'On. Alessandro Pagano al Direttore della testata "La Nuova Bussola Quotidiana" pubblicata il 22 Agosto 2013, sul tema omofobia.

 

 

 

Gentile Direttore,

intervengo nel dibattito sull'omofobia da voi ospitato perché, sia pur indirettamente, mi sono sentito chiamato in causa dall'On. Gian Luigi Gigli, nella sua del 16.08.2013.


 

In quella lettera, l'On. Gigli, scrive che

«la decisione di far slittare al voto in Aula la discussione sugli emendamenti fu assunta nottetempo dai Capi Gruppo in Commissione Giustizia, su richiesta della Presidente Ferranti, malgrado il voto contrario della Lega. Non vedo cosa avrei potuto fare io, ospite della Commissione, oltre ad esprimere la mia opinione contraria».

In quell’occasione, in un clima di pesante isolamento, avrei davvero gradito che l’amico Gigli “esprimesse la sua opinione contraria”, e che lo facesse magari anche qualche altro parlamentare: non certamente in nome della comune fede cattolica, ma perché si è consumata in quella sede una grave ingiustizia, e perché, da testimone diretto, affermo che le cose potevano andare diversamente, se altri quel giorno avessero sostenuto il mio diritto a discutere gli emendamenti. Bastava aderire alle tesi della Lega, segnatamente dell'On. Nicola Molteni, che in contrapposizione alle posizioni assolutamente fuori regolamento del Presidente On. Ferranti sosteneva che tutti gli emendamenti presentati dovevano essere discussi e votati.

In quell'occasione, infatti, la Presidente Ferranti propose una cosa molto grave e cioè lo stralcio di 5 emendamenti per ogni gruppo, per discutere e votare solo quelli; con il risultato che gli oltre 300 emendamenti presentati in Commissione Giustizia dal sottoscritto e da altri furono tutti cestinati. A parte la grave violazione regolamentare che pregiudicò il diritto costituzionale del parlamentare ad esprimere le proprie tesi, la conseguenza macroscopica fu che la discussione sugli emendamenti si ridusse appunto a poche decine di emendamenti, che in gran parte (sempre grazie all’accordo tra i capigruppo) non furono nemmeno votati. In questo modo la discussione sul testo di legge fu strozzata, e il dibattito si concluse in poche ore, senza la possibilità di avere un’eco adeguata fuori dal parlamento, sui mezzi di comunicazione e in genere nel Paese. Tutto questo per mandare il testo in aula a gran velocità: e ricordo che anche in aula la discussione generale si è effettuata di notte, evitando ancora una volta una vera, ampia discussione.

Ricorderà l'On. Gigli che in Commissione il sottoscritto rimase isolato, appoggiato solo dall'On. Eugenia Roccella e dall'On. Nicola Molteni.

Sul tema dell’omofobia in molti gruppi, tra cui Scelta Civica, il Pdl e lo stesso Pd, esistono spaccature o perlomeno posizioni tra loro contrastanti. In commissione giustizia il Pdl ha scontato appunto una forte differenza di giudizio sul testo all’interno del gruppo; tengo però a precisare che se almeno alcuni deputati di Scelta Civica si fossero opposti alla proposta della Ferranti, la discussione sarebbe avvenuta su tutti gli emendamenti presentati, e certamente la Commissione Giustizia non avrebbe licenziato il provvedimento in quella famosa nottata del 22 Luglio. Invece, ricordo che fu proprio l’on. Binetti a esprimersi a favore dello stralcio dei 5 emendamenti a nome del suo gruppo, e non ricordo, purtroppo, nessun intervento di altri deputati, oltre quelli che ho citato, in sostegno alle mie proposte, neppure un intervento che, come giustamente nota Gigli, esprimesse almeno un’opinione contraria.

L'augurio è che quella posizione che causò l'isolamento mio, dell'On. Roccella e dell'On Molteni non si ripresenti anche a settembre in occasione del voto in aula.

 

Con amicizia,

Alessandro Pagano (deputato Pdl)

 

 

 

 

 

 

 

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Novembre 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3
week 45 4 5 6 7 8 9 10
week 46 11 12 13 14 15 16 17
week 47 18 19 20 21 22 23 24
week 48 25 26 27 28 29 30
___________________________________
19-20-21 novembre 2019. Washington, DC. L’On. Alessandro Pagano interverrà al congresso internazionale su sicurezza civile, democrazia e diritti umani.
___________________________________
Sabato 23 Novembre 2019. Parrocchia Maria SS. delle Vittorie, Piazza Armerina. Ore 17. L’On. Pagano parteciperà alla Celebrazione Eucaristica Immissione Canonica del Ministero di Parroco a Don Giovanni Tandurella.
___________________________________
Martedì 26 novembre 2019. Grand Hotel Parco dei Principi, Roma. Ore 19. L’On. Alessandro Pagano parteciperà ai festeggiamenti in occasione della Giornata Nazionale della Mongolia. Proclamazione della Repubblica
___________________________________
Venerdì 29 novembre 2019. Aula Magna, Cittadella Universitaria, Kore. Enna. Ore 9. L’On. Alessandro Pagano interverrà al convegno “Motore Sud: finanza straordinaria per la crescita e l’innovazione delle eccellenze italiane”.
___________________________________
Sabato 30 Novembre 2019. Monastero dei Benedettini, Aula Magna S. Mazzarino. Catania. Ore 9:30. L’ON. Pagano interverrà alla Tavola Rotonda, I Protocolli Operativi per le forze di sicurezza: “Il disagio del poliziotto e la necessità di stabilire le regole
___________________________________
Martedì 3 Dicembre 2019. Aula Magna Villa Magnisi, Palermo. Ore 9. L’On. Pagano parteciperà al Congresso “Sanità e Autonomia Speciale nella Regione Siciliana”, organizzato dall’Ordine dei Medici –Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Palermo.

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter