Sabato, 16 Febbraio 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Estimi di San Cataldo, Raimondi è confuso.

 

 

 

Con riferimento alle nuove tariffe d'estimo delle zone di San Cataldo che faranno risparmiare ai cittadini interessati somme non indifferenti di imposte sulla casa,


 così come ho avuto modo di divulgare attraverso la stampa pubblicizzando la lettera che è stata inviata dall'Agenzia delle Entrate-Territorio al sottoscritto, devo far rilevare che in maniera illogica e pretestuosa l’ex sindaco di San Cataldo, Dott. Raimondi con la sua del 29 novembre u.s. non ha perso l’occasione per dimostrare  ancora una volta la propria confusione. Una confusione che dopo essersi manifestata per una "non-attività amministrativa" durata 17 mesi, ha raggiunto  il culmine nell’abbandono del "ponte di comando della nave" di San Cataldo, lasciando così il Comune  in balia delle onde, nel momento economico peggiore.

Ho, fin dalle elezioni dell’ex sindaco Raimondi, usato toni distensivi e gentili nei suoi confronti, anche  durante la querelle fra lui e i nostri consiglieri comunali nel periodo di dibattito sulla soluzione delle permute territoriali.

Dal canto suo però, si sono notate per l'ennesima volta parole sferzanti che  hanno dimostrato la vera natura del suo carattere rispetto ad una sbandierata immagine di apparente mitezza.  Dicevo poco fa confusione nella sua azione, perchè  l'ex sindaco continua a confondere l'azione politica locale con  l'azione politica nazionale. Nel suo articolo scritto in perfetto burocratese, quindi impossibile da leggere fino in fondo, ha continuato a narrare atti amministrativi. Ma tali atti amministrativi non sarebbero stati mai partoriti o avrebbero avuto esiti ben diversi senza una autentica manifestazione di forte volontà degli organi politici nazionali a voler risolvere il problema. Senta cosa scrive, Dottore Raimondi,  il Direttore Generale dell' Agenzia del Territorio Dott.ssa Gabriella Alemanno, nella sua lettera a me inviata: "è stata individuata  una soluzione amministrativa del tutto peculiare"[...], l'Agenzia "ha potuto fornire istruzioni operative innovative"[...], " ha predisposto appositi software che contemplano da una parte l'ordinaria variazione circoscrizionale territoriale e dall'altra criteri innovativi e diversificati per l'attribuzione delle tariffe d'estimo"[...],  "il partner tecnologico  Sogei ha reso disponibili specifici programmi informatici "[...].

Ora le chiedo, ma soprattutto lo chiedo ai cittadini, è abituale in Italia che un ente  mastodontico come l'Agenzia del Territorio faccia tutto quello che è stato descritto perché un sindaco scriva una lettera di poche righe all'Agenzia medesima, così come lei ci ha raccontato nel mese di Maggio scorso? E' credibile che un'azione complessa come quella che la Dott.ssa Alemanno si è premurata a descrivere sia stata fatta perché lei  da San Cataldo abbia dettato tempi e ritmi all'Amministrazione centrale?  E lo dice proprio lei, che non ha per niente brillato per capacità amministrative durante il suo mandato. Sempre la Dott.ssa Alemanno nella sua lettera prot. 2013/136512 mi scrive: "Illustre Onorevole, con riferimento alla sua comunicazione del 28 ottobre u.s., che ha fatto seguito a tutti gli incontri avvenuti dal 2009 ad oggi con la Signoria Vostra e con l'Amministrazione del Comune di San Cataldo le rappresento che ..."

Non è mai stata mia abitudine vantarmi dei titoli e delle funzione che ho esercitato, tant'è che mai mi sono firmato con il titolo di onorevole, ma ciò non toglie che le funzioni ci siano state e che siano state esercitate nel migliore dei modi possibili, nel supremo interesse della comunità che ho amministrato e che in dottrina viene definito "bene comune". Nello specifico essere componente della Commissione Finanze della Camera sin dal 2009, e poi anche Vice Presidente della Commissione Bicamerale Camera-Senato "Anagrafe Tributaria" (commissioni che  hanno funzione di indirizzo e di controllo  verso tutti gli enti tributari e nello specifico Sogei, Agenzia delle Entrate, Equitalia, Agenzia delle Dogane, etc etc, compreso la tante qui volte citata Agenzia del Territorio) è servito alla soluzione del problema dei cittadini sancataldesi. Se non avessimo esercitato un'azione istituzionale continua per ben quattro anni, un'azione "complessa" come questa non sarebbe mai venuta alla luce.

Detto questo, per me la faccenda è chiusa e non replicherò più, perché dopo che io nel precedente comunicato ho ricordato tutti coloro che si sono prodigati dal 2009 per la soluzione di questa annosa vicenda, compreso lo stesso Dott. Raimondi e dopo aver ricevuto da lui l'ennesima stizzita e ingrata risposta del 29 Novembre, tipica di chi vuole avere ragione sempre e a tutti i costi, come succede a chi ha un'alta ed eccessiva stima di se stessi, non rimane altro che allargare le braccia e ricordare a tutti i suoi anni di governo della città e le sue dimissioni.

Alessandro Pagano

 

 

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Febbraio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3
week 6 4 5 6 7 8 9 10
week 7 11 12 13 14 15 16 17
week 8 18 19 20 21 22 23 24
week 9 25 26 27 28

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter