Martedì, 23 Maggio 2017

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Profilo 1 Profilo 2 Profilo 3
5000 Amici 5000 Amici 4963 Amici

Sintesi dell'intervento dell'On. Alessandro Pagano al convegno "Sicilia Ebraica:un'identità perduta realtà solo del passato o prospettiva del futuro?". Domenica 4 Maggio 2014

 

 

 

Ho raccolto con vero piacere il fatto che questo convegno si svolga a Caltanissetta.


 

 

Tra i tanti motivi anche perché riporta alla mia mente un altro simposio promosso nel febbraio 2005 a Monreale dal CESNUR (Centro Studi sulle Nuove Religioni) e patrocinato, devo dire con entusiasmo da me, in qualità di Assessore Regionale ai Beni Culturali Ambientali e Pubblica Istruzione. Come adesso eminenti studiosi vi parteciparono allora, tra i quali mi piace ricordare tra gli altri  il compianto Mons. Cataldo Naro come Arcivescovo di Monreale, il prof.  Luigi Berzano dell’Università di Torino, Massimo Introvigne, fondatore e direttore del CESNUR, il teologo don Don Pietro Cantoni, Rav Luciano Caro, Rabbino capo di Ferrara, delegato dell’Unione delle Comunità Ebraiche per la Sicilia, il prof. PierLuigi Zoccatelli, Vicedirettore CESNUR e J. Gordon MELTON, Direttore Institute for the Study of American Religion.

L'ebraismo è la più antica religione che possa vantare una presenza costante e ininterrotta sul territorio italiano. La religione ebraica, a tal punto formatasi in simbiosi con il popolo ebraico da non potersi quasi trattare di essa senza accennare a quest'ultimo, si definisce principalmente per due elementi: uno legale, la "norma di comportamento", "precetto"; - che costituisce la parte normativa della tradizione e sta alla base dell'ortoprassi ebraica - e uno non legale, il "racconto", consistente in una serie di narrazioni, parabole, proverbi, massime, omelie e aforismi che hanno valore etico, diversamente interpretabili e interpretati. La possibilità di diverse interpretazioni permette la nascita di gruppi separati; tuttavia, non si esce veramente dall'ebraismo finché non si spezza il legame con l'ortoprassi.

Voi mi insegnate che l'ebraismo attuale consiste di due componenti storico-etniche, con differenze fra loro: i sefarditi, di origine mediterranea, e quelli di origine centro-europea. Le credenze e le pratiche fondamentali dei due gruppi sono le stesse, anche se è vero che certe usanze e certi elementi del culto differiscono, tanto che nei paesi dove la comunità è numerosa coesistono sinagoghe sefardite e sinagoghe ashkenazite.

Nell'ordinamento italiano, le singole comunità sono dotate di soggettività giuridica in qualità di enti di culto sin dal 1930. La legge 101 dell'8 marzo 1989, in cui è recepita l'Intesa del 27 febbraio 1987, stipulata fra l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI) e lo Stato italiano, ha subito una modifica il 20 dicembre 1996 (legge 638). La normativa che, pertanto, oggi regolamenta i rapporti fra lo Stato e l'UCEI si articola attorno a un nucleo fondamentale di materie: assistenza spirituale assicurata negli istituti ospedalieri, nelle case di cura o di riposo e negli istituti penitenziari; istruzione religiosa; riconoscimento civile del matrimonio religioso; riconoscimento degli enti; partecipazione alla ripartizione della quota dell'otto per mille del gettito IRPEF. A questo nucleo "forte" si aggiungono, nella legge 101/1989, norme specialissime attinenti all'identità propria dell'ebraismo: il diritto al riposo sabbatico, il riconoscimento delle festività religiose ebraiche - con l'obbligo per le autorità competenti di tenerne conto nel fissare i diari per le prove di esame e di concorso -, la facoltà del giuramento a capo coperto e la macellazione rituale, la concessione di reparti speciali nei cimiteri per la sepoltura perpetua dei defunti. Nell'ordinamento italiano risultano dotati di personalità quali enti di culto non solo l'UCEI e le ventuno comunità collegate, ma anche i seguenti enti: Asili infantili israelitici, Ospedale israelitico, Casa di riposo per israeliti poveri e invalidi. Orfanotrofrio israelitico italiano G. e V. Pitigliani, Deputazione ebraica di assistenza e servizio sociale, Ospizio israelitico e Ospedale Settimio Saadun, Società israelitica di misericordia.

Queste motivazioni e tante altre fanno si che possiamo affermare con certezza che non vi sono identità che vanno smarrite, specie quando sono autentiche e abbiamo radici profonde.

 

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Maggio 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 18 1 2 3 4 5 6 7
week 19 8 9 10 11 12 13 14
week 20 15 16 17 18 19 20 21
week 21 22 23 24 25 26 27 28
week 22 29 30 31

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter

Login Form