Venerdì, 21 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Alleanza Cattolica - No alla trasformazione del #familyday in un partito

 

 

 

 

 

 

Alleanza Cattolica, che è presente nel Comitato Difendiamo i nostri figli fin dalla sua fondazione e ora con due esponenti nel comitato nazionale, non aderirà al movimento politico "Popolo della famiglia" promosso da Mario Adinolfi e Gianfranco Amato.


 

 Nel 2014, ben prima della nascita del comitato Difendiamo i nostri figli, il sociologo torinese Massimo Introvigne, vice-responsabile nazionale di Alleanza Cattolica, aveva pubblicato un articolo sulla "Nuova Bussola quotidiana" dove sosteneva l'opportunità di creare un "Partito delle famiglie" .

"L'articolo - ricorda ora Introvigne - poneva tre condizioni ben precise perché potesse nascere un nuovo movimento politico con possibilità di aspirare al governo del Paese e non a uno zero virgola o a un due per cento che non risolverebbero i problemi di rappresentanza politica di un'area ampiamente orfana.

Prima condizione: non essere un partito di scopo ma avere un programma dettagliato, non limitato ai soli riferimenti ai grandi principi o alla dottrina sociale della Chiesa, su tutto quanto un governo deve fare in campi come la politica estera, l'immigrazione, il lavoro, le banche, la giustizia, la corruzione, e così via; e per i comuni e le regioni su tutti i temi pratici che rientrano nelle loro competenze. Avrebbe dunque dovuto essere promosso da una squadra con persone di competenza riconosciuta nei vari settori, dall'economia alla sicurezza e al diritto.

Seconda condizione: non essere un partito confessionale, e contare su significative presenze anche di non cattolici e non credenti.

Terza condizione: avere come azionisti, non unici ma significativi, i grandi movimenti cattolici che si riconoscono nella dottrina sociale della Chiesa, perché ogni movimento politico che nasce deve potersi avvalere di strutture in qualche modo già organizzate e presenti sul territorio, a meno di partire con disponibilità immense di denaro".

"È evidente - prosegue la nota - che, ferma la stima e l'amicizia per alcune delle persone coinvolte, il Popolo della famiglia non nasce con alcuna di queste tre caratteristiche, e sembra piuttosto la risposta sbagliata e destinata all'insuccesso a un problema reale.

 La risposta vera va costruita con pazienza e nel rispetto delle tre condizioni che indicavamo già nel 2014. Bene ha fatto dunque il comitato Difendiamo i nostri figli a prendere le distanze dal nuovo movimento e bene farebbero i suoi promotori ad autosospendersi dal comitato per evitare equivoci".

Roma, 10 marzo 2016 (l.c.). 

@alepaganotwit

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter