Martedì, 23 Aprile 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

A chi serve la polizia provinciale?

Lavoro e richieste di raccomandazioni, ma anche critiche al presidente della Provincia regionale on. Giuseppe Federico per la Polizia municipale da istituire. Così il deputato del Pdl Alessandro Pagano in un intervento.

 «Nessuno più si rende conto di quanto sia drammatica la situazione in Sicilia, ed in particolare nella nostra provincia, con riferimento alla continua dispersione di risorse pubbliche - dice l'on. Pagano - Il costo del personale in tutti gli Enti pubblici regionali negli ultimi 40 anni è aumentato ogni anno di più ciò perché taluni si ostinano a fare politica mediante promesse di "posti pubblici". Giorni fa, in una conferenza pubblica in un paese della costa Tirrenica, ho avuto modo di ascoltare l'esperienza di un sindaco gemellato con un paese del nord, che raccontava il suo imbarazzo nel sentire come il sindaco di quella città si lamentasse di avere 12 dipendenti su 3.500 abitanti. Troppi, secondo lui! Il sindaco del paese costiero non aveva osato dire la verità e cioè che i suoi dipendenti, Lsu compresi, sfioravano le 100 unità. Noi abbiamo questa realtà e la viviamo in termini di inefficienza e di assenza di risorse da destinare agli investimenti. Anche per questo motivo gli Enti pubblici non hanno nemmeno i soldi per le manutenzioni ed ecco perché la situazione non può che definirsi drammatica, e questa è, anche, la spiegazione del perché i giornali del nord attaccano in maniera furibonda la Sicilia, capace soltanto di realizzare gestioni clientelari e assistenzialistiche».
Secondo l'on. Pagano «l'inversione di tendenza è essenziale ed ecco per quale ragione non possiamo non criticare gli ultimi episodi che si stanno verificando nella nostra provincia. Per prima l'istituzione della Polizia provinciale voluta dal presidente Federico. A cosa servirà questo Corpo? Tutti hanno la sensazione di una finalità non di certo nobile. In tutti c'è il sospetto che l'obiettivo saranno le prossime elezioni al Comune di Gela e che le assunzioni al Corpo siano legate alle stesse. Ritengo che i problemi dell'Ente provincia siano ben altri e Federico farebbe bene a concentrare la sua attenzione su questi. Anche l'Iacp di Caltanissetta - continua il parlamentare del Pdl - sta cadendo in un errore analogo. Benchè questo Ente sia stato ben gestito, ha, infatti, un avanzo di gestione di 6 milioni di euro, che rende onore a chi fino ad oggi lo ha amministrato, si sta bandendo un concorso per tre uscieri che desta perlomeno stupore. Abbiamo centinaia di Lsu e di dipendenti a vario titolo che ingolfano i nostri Enti locali e che di certo sono capaci di operare come uscieri. Perché non chiedere la mobilità fra Amministrazioni?».
L'on. Pagano ha detto anche che «da qualche giorno mi ritrovo la segreteria piena di gente che viene a cercare la "raccomandazione" per entrare in questi posti ciò è inaccettabile e lo rifiuto a priori. Io voglio che la Sicilia cambi questa cultura che l'abbrutisce e la impoverisce. I dati sociologici dicono che la provincia di Caltanissetta è un deserto da un punto di vista economico, a breve lo diventerà anche da un punto di vista demografico, dato il calo delle nascite e le continue emigrazioni. Ritengo che modificare le cose sia indispensabile. Questi due Enti, per cominciare, devono effettuare una inversione di rotta, anche perché, questo argomento avrà echi sull'opinione pubblica nazionale».

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Aprile 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter