Mercoledì, 19 Dicembre 2018

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

#Pagano (Lega): a #caltanissetta record negativo aspettative di vita. Necessario ridurre #disuguaglianze

 

 

 

"A Caltanissetta si vive meno a lungo che nelle altre province d'Italia.


 

Lo ha riportato l'Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane. L'aspettativa di vita nel capoluogo nisseno è inferiore di quasi due anni rispetto alla media nazionale, di 1,6 per l'esattezza, e di tre anni rispetto al Nord. Solo Napoli fa peggio. A incidere, oltre al livello di istruzione, sono soprattutto le disuguaglianze nell'accesso ai servizi sanitari, gap che va a colpire in particolare le fasce deboli.

Questo mix tocca le sue punte più basse proprio nella provincia di Caltanissetta.

I nisseni e i siciliani fanno più fatica quindi, sia per le condizioni economiche che per un evidente squilibrio territoriale sul piano socio-sanitario, a prevenire o diagnosticare rapidamente malattie e patologie. Questo comporta un ritardo nelle cure e un abbassamento della speranza di vita. Per la serie che a Caltanissetta il diritto alla salute è di serie B.

Una vera e propria discriminazione che, più in generale, riguarda tutto il Sud e la Sicilia. Con la Lega e il  centrodestra al governo nazionale, in sintonia con quello regionale, ci batteremo per garantire a tutti i siciliani gli stessi standard di assistenza sanitaria, dopo i fallimenti della sinistra, di Renzi e Crocetta". Così il deputato Alessandro Pagano, capolista alla Camera per la Lega nel collegio plurinominale di Caltanissetta, Gela, Agrigento, Mazara.

@alepaganotwit

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Dicembre 2018 Prossimo mese
L M M G V S D
week 48 1 2
week 49 3 4 5 6 7 8 9
week 50 10 11 12 13 14 15 16
week 51 17 18 19 20 21 22 23
week 52 24 25 26 27 28 29 30
week 1 31

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter