Domenica, 16 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

La rivolta degli Sky...zzati

(ascolta l'audio) - Con il Decreto Legge n. 185 del 29/11/2008, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale, il Consiglio dei Ministri ha aumentato l’IVA sui contratti Sky, portandola dal 10 al 20%.

Apriti cielo! La sinistra è insorta e ha gridato allo scandalo:"Berlusconi penalizza la concorrenza per favorire le sue aziende"; "Sky punita, è un altro favore per Mediaset"; e cosi via.

Ecco la nuova frontiera, la nuova lotta di classe di una sinistra che ormai da tempo ha smesso di difendere gli ultimi ( le critiche alla Social Card sono ancora calde) e ha indossato i panni del "body-guard" degli opulenti. Svergognata dall’Unione Europea che ha confermato la bontà del provvedimento governativo, a pelle abbiamo la sensazione che questa sinistra in salsa capitalista sia una miscellanea di debolezze umane e di vanità e di impudente ipocrisia.

Come si fa infatti ad impostare una polemica speciosa sul presunto danneggiamento di una multinazionale che si occupa di reti televisive digitali quando la stessa gode di notevoli benefici fiscali da oltre dieci anni?

Come si fa a difendere Sky dall’aumento dell’IVA quando è più che evidente che la televisione digitale non è un bene primario per i cittadini e quindi non indispensabile? E che l’anomalia è stata proprio quella di aver tenuto un’Iva più bassa per così tanti anni?

Veltroni e soci, per principio non possono dare ragione a Berlusconi e quindi non vogliono spiegare alla gente che l’aumento del canone era giusto perché chi possiede questo abbonamento non è un morto di fame e perchè con queste nuove entrate lo Stato potrà sostenere le fasce deboli in difficoltà.

Allora a braccetto con i presentatori Sky, che guarda caso hanno una linea editoriale anti-governativa, il Partito Democratico è andato a testa bassa contro il Governo.

Il raddoppio dell’IVA invece è stato un atto di giustizia perché dopo 13 anni il satellite non può più essere considerato una nuova tecnologia come testimonia la penetrazione capillare di Sky nelle famiglie italiane. Per quanto riguarda Sky è pazzesco pensare come si siano stracciate le vesti con spot pubblicitari e pressione mediatiche inaudite. Questa compagnia è solidissima e ricchissima, e negli ultimi anni, tanto per fare un esempio, solo con la programmazione dei 26 canali porno in "Pay per View" ha incassato qualcosa come 2 milioni di euro alla settimana. Sky in verità è preoccupata solo delle possibili disdette che potrebbero arrivare dal previsto aumento degli abbonamenti. E dopo l’atto di approvazione dell’Unione europea che ha plaudito il Governo per la giustezza dell’intervento a questa sinistra, che vuole governare l’Italia e gli Enti locali nonostante tutti gli insuccessi accumulati e dopo le note questioni morali, che cosa è rimasto da dichiarare? In qualunque caso il "PdL è inadeguato per il Governo del Paese!"

Ma ci facciano il piacere…

Alessandro Pagano

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter