Martedì, 16 Luglio 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

E' sparita la croce svizzera

La Federazione Gioco Calcio Svizzera, da qualche anno, si è sbarazzata della vistosa croce bianca dalla maglia rossa della loro nazionale di calcio. Stessa cosa hanno fatto anche i dirigenti catalani del Barcellona di Ronaldinho, togliendo dal loro scudetto la croce rossa di S. Giorgio. Passando nel campo della sanità, sembra che anche la Croce Rossa Internazionale voglia abbandonare il loro famoso simbolo per sostituirlo con una specie di trapezio.

In contro tendenza è invece l’Inter di Moratti visto che l’anno scorso ha resistito con grinta al ricorso del Fenerbahce, una squadra turca che voleva il 3 a 0 a tavolino in Champions Leage solo perché la squadra italiana aveva giocato con la maglia bianca e una vistosa croce rossa sul petto. I dirigenti milanesi evidentemente oltre che lo scudetto calcistico 2008 hanno vinto anche quello dell’identità culturale giacchè questa era la maglia storica dell’Inter dei primi del ‘900 e perché non si sono fatti intimorire dai turchi e dalle loro mezzelune islamiche.

In pratica il Barcellona, la nazionale Svizzera e la famosissima Croce Rossa presi dal furore iconoclasta, hanno fatto come quegli insegnanti delle scuole elementari italiane che si sono autocensurati abolendo presepi e recite natalizie che parlano di Gesù per non turbare gli alunni di altre religioni.

Alfredo Mantovano, oggi sottosegretario al Ministero degli Interni scriveva tempo fa sul caso Inter – Fenerbahce: "quanti si sono sottomessi a un’imposizione che, prima di essere antireligiosa, è incivile dovrebbero invece reagire rivendicando la grandezza di quello che da duemila anni è il simbolo dell’uomo che soffre, della moltitudine di ‘poveri cristi’ che tribolano negli ospedali, nei campi profughi, nelle prigioni…".

Insomma, la vecchia Europa sembra presa da un complesso di inferiorità nei confronti dell’Islam e tocca oggi a noi, giovani e determinati dirigenti politici di questa nuova Italia, tenere alta la bandiera della nostra identità culturale e religiosa per evitare che continuando così l’Europa diventi una semplice espressione geografica.

Alessandro Pagano

Domenico Bonvegna

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Luglio 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 27 1 2 3 4 5 6 7
week 28 8 9 10 11 12 13 14
week 29 15 16 17 18 19 20 21
week 30 22 23 24 25 26 27 28
week 31 29 30 31
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter