Sabato, 22 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Eurobonds o coronabonds...

 

 

 

 

 

Contro ogni equivoco o strumentalizzazione della premiata ditta Pd & 5s, ovvero tragedie & falsità, ecco cosa dice la lega a proposito di MES ed Eurobond:

 


La principale proposta del Governo italiano per il finanziamento della crisi pandemica è la creazione di titoli di debito (bond) “europei” (cioè emessi dall’Unione Europea, non dai singoli Stati membri). Una forma di Eurobond, denominata coronabond. Questa non è la posizione della Lega, che ha sempre evidenziato le criticità sia tecniche che politiche di una simile soluzione.

In termini politici, l’emissione di debito comune comporta un trasferimento di rischio dai paesi deboli a quelli forti, che in caso di problemi (come una grande crisi finanziaria) rischiano di doversi accollare tutto il rimborso dei titoli emessi. Per questo motivo, simili proposte sono sempre state respinte dai Paesi del Nord Europa, rischiano di essere divisive, e sono in ogni caso premature finché non esisterà a livello europeo una forte coesione politica.

In termini tecnici, ove mai ci fossero le condizioni politiche per mutualizzare il debito, gli “eurobond” verrebbero percepiti come più sicuri dei titoli nazionali (in Italia, i BTP). Ma proprio per questo motivo i normali BTP sarebbero percepiti come più rischiosi. Di conseguenza, il tasso di interesse dei BTP aumenterebbe, perché i risparmiatori esigerebbero un premio anticipato per il maggior rischio sostenuto. Solo una totale mutualizzazione del debito eviterebbe questo risultato, ma essa richiede una compiuta unione politica che attualmente nessuno desidera in Europa.

La nostra contrarietà storica agli Eurobond fa cadere anche tutte le critiche strumentali al fatto che i nostri alleati al PE non vogliano questo strumento. Vale la pena anche ricordare che i ministri che in Eurogruppo e in Consiglio si oppongono alle richieste del Governo italiano, sono espressione di partiti che in UE non siedono a fianco a noi, ma a PD e 5S.

Proposta #Lega

La proposta della Lega è in linea con quanto suggerito da molti autorevoli economisti. Noi proponiamo che la BCE si faccia carico del debito aggiuntivo contratto dagli Stati membri in risposta all’emergenza Covid, acquistando titoli di stato nazionali (in Italia, BTP).

In particolare, si potrebbe pensare a titoli a lunga scadenza (50 o 100 anni), eventualmente consolidabili in tutto o in parte, che beneficerebbero degli attuali tassi d’interesse vicino allo zero. Poiché la BCE ha facoltà di creare moneta, il suo intervento non porrebbe un carico su alcun contribuente dell’UE.

In questo modo il debito aggiuntivo sarebbe di fatto sterilizzato, perché non andrebbe rinnovato e avrebbe un onere in termini di interessi molto leggero. Ciò renderebbe sostenibile la posizione fiscale di tutti gli Stati dell’Eurozona quando, dopo la crisi, le regole UE saranno riattivate.

La monetizzazione del deficit così conseguita, cioè il finanziamento monetario della spesa pubblica, è la modalità scelta per gestire la crisi dalle istituzioni di altre economie avanzate nel mondo. USA, UK e Giappone stanno finanziando in questo modo i loro programmi di aiuto all’economia.

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter