Sabato, 22 Giugno 2024


-



.

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Interperllanza sul progetto di realizzazione del Ponte sullo #StrettodiMessina all’#UnioneEuropea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il sottoscritto chiede di interpellare il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - Per sapere - premesso che:


nel mese di settembre 2020, l'ormai ex Ministro delle infrastrutture e trasporti, Paola De Micheli, ha istituito, presso il proprio Ministero, una commissione tecnica con il compito di verificare la fattibilità dei progetti di realizzazione di un collegamento stabile tra Sicilia e Calabria;

la suddetta commissione ha dato indicazione favorevole su due progetti: il primo, con uno stato di elaborazione più avanzato, è quello di un ponte a unica campata già portato avanti dalla società Stretto di Messina, in liquidazione dal 2013, che aveva individuato come general contractor il consorzio Eurolink capeggiato da Impregilo (oggi Webuild) attorno al quale, dopo lo stop all'opera voluto dall'ex premier Monti, si è aperto un contenzioso da 700 milioni, mentre il secondo prevede la realizzazione di un ponte a tre campate sullo specchio di mare fra Messina e Villa San Giovanni, lungo 3,2 chilometri ;

esiste già un progetto definitivo, cantierabile, in grado di mobilitare un quantitativo enorme di risorse, di creare migliaia di posti di lavoro e che segnerebbe una svolta anche da un punto di vista eco-sostenibile: verrebbero, infatti, ridotte dell'80 per cento le emissioni di CO2 di navi traghetto e aerei, offrendo come modalità primaria di trasporto l'Alta Velocità ferroviaria;

tale collegamento stabile tra le due regioni, oltre al completamento della rete nazionale dell'Alta velocità altrimenti destinata a interrompersi a Reggio Calabria, consentirebbe anche una riduzione del 30 per cento dei tempi di viaggio;

l’infrastruttura permetterebbe di intercettare il traffico merci che, dal canale di Suez, oggi si dirige verso Gibilterra per puntare sui porti del Nord Europa, e sarebbe fondamentale per rilanciare il turismo nel Mezzogiorno e nel Paese;

secondo quanto affermato dal Ministro interpellato, il Ponte è stato escluso dal PNRR in quanto il regolamento europeo prescriverebbe, ai fini dell’inserimento dell’opera nel Piano, che i lotti debbano essere fruibili e in esercizio entro il 2026, data non negoziabile;

il 18 maggio scorso, la commissaria europea ai Trasporti Adina Vàlean, in risposta all’interrogazione prioritaria con richiesta di risposta scritta P-001529/2021 firmata dalle eurodeputate Tardino e Bonfrisco, ha affermato che il collegamento tra la Sicilia e l'Italia continentale fa già parte della rete transeuropea dei trasporti (TEN-T) e del corridoio "Scandinavia-Mediterraneo" e, in quanto tale, fa parte della rete considerata di massima importanza per l’UE, tuttavia non è stato inserito nell'elenco indicativo di collegamenti transfrontalieri e mancanti contenuto nell'allegato del progetto di regolamento che istituisce il meccanismo per collegare l'Europa, sul quale il Parlamento europeo e il Consiglio hanno raggiunto un accordo politico (CEF II);

stando sempre a quanto riferito dalla Commissaria europea per i Trasporti in risposta a quell’interrogazione, nel 2021 la Commissione europea proporrà una revisione del regolamento TEN-T al fine di aumentare l'efficienza della rete multimodale e, per quanto riguarda il collegamento tra la Sicilia e l’Italia continentale, la valutazione di un progetto sulla rete TEN-T può essere effettuata solo sulla base di una proposta concreta e matura da parte dello Stato membro;

la Commissaria europea per i Trasporti nella citata risposta ha aggiunto, infine, che la presentazione della proposta è un prerequisito per un eventuale contributo finanziario dell'UE e finora le autorità italiane non hanno presentato alla Commissione europea alcun progetto in merito a tale collegamento;

il Presidente del Consiglio Draghi, nel corso del dibattito in Senato sul PNRR, non ha espresso contrarietà nei riguardi dell'opera, sottolineando che la relazione dei tecnici sarà sottoposta al giudizio del Parlamento, dove attualmente le posizioni favorevoli alla sua realizzazione sembrerebbero maggioritarie;

quali iniziative di propria competenza il Ministro interpellato intenda adottare per sbloccare l’attuale situazione di stallo e presentare, nel più breve tempo possibile, il progetto di realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina all’Unione Europea ai fini del relativo contributo finanziario, trattandosi di un collegamento chiave non solo per due regioni del Mezzogiorno, Calabria e Sicilia, ma per l'intero Paese, che darebbe una nuova centralità all’Italia nel contesto del Mediterraneo e dell'Europa.

GERMANA’, MOLINARI, MINARDO, FURGIUELE, PAGANO

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Giugno 2024 Prossimo mese
L M M G V S D
week 22 1 2
week 23 3 4 5 6 7 8 9
week 24 10 11 12 13 14 15 16
week 25 17 18 19 20 21 22 23
week 26 24 25 26 27 28 29 30
Nessun evento

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter