Sabato, 16 Febbraio 2019

 

-

 

 

-

 

 

 

Seguimi su Facebook e Twitter

Approfondimenti

L'economia cresce solo se si fanno figli.




E' durato quasi 5 minuti il fragoroso applauso che l'entusiasta pubblico presente ha tributato all'economista Ettore Gotti Tedeschi alla fine del suo intervento durante il meeting di Comunione e Liberazione a Rimini lo scorso fine agosto. Una standing ovation per tributare al presidente dello IOR, la piena adesione alle sue tesi che finalmente, in maniera sempre più convincente, si stanno affermando rispetto alle utopiche teorie malthusiane che l'hanno fatta da padrona fino a qualche anno fa.
E cioè che le economie che fra 20 anni saranno all'apice delle classifiche mondiali, e che già oggi fanno restare a bocca aperta gli increduli osservatori, saranno quelle dei Paesi che crederanno in una politica familiare basata sulla crescita demografica.


Leggi tutto...

   

Perchè Belen Rodriguez non deve presentare Sanremo




In margine alle confessioni della celebre show-girl sulle “sniffate” della Milano bene, riceviamo e volentieri pubblichiamo questo articolo del mio amico Prof. Alessandro Meluzzi. Il titolo è redazionale.
L’Argentina non è solo la terra dei gauchos e del tango. E’ anche un luogo dove il senso della tragedia può diventare doppiezza e terribile dissimulazione e rimozione, come nel caso dei desaparecidos.


Leggi tutto...

   

Una "Manovra Finanziaria" per non diventare poveri economicamente e culturalmente




Il neo Sindaco di Caltanissetta, Michele Campisi, è nei guai: deve aumentare la TARSU (l’imposta sulla netturbe) del 40%.  In più deve mettere mano al suo bilancio per la copertura del debito verso l’ATO Rifiuti, mediante un contributo ordinario annuale di 4 milioni di euro.
Nella sostanza, rispetto a 5 anni fa quando il servizio veniva gestito dallo stesso comune, l’ATO Rifiuti ha aumentato i costi del 150% con una gestione al limite del codice civile e del codice penale.
Campisi però non ha subito passivamente. Ha denunciato l’ATO all’Autorità Giudiziaria, ma soprattutto ha denunciato questi fatti all’opinione pubblica.


Leggi tutto...

   

La legalità passa anche attraverso la trasparenza nel calcio

 




Sono passati 44 anni da quando i mondiali si disputarono in Inghilterra e da quando con un gol fantasma (le immagini dimostrarono che la palla non aveva mai superato la linea di porta), l’Inghilterra si aggiudicò il titolo di campione del mondo a scapito della Germania.


Leggi tutto ...

   

Libertà per l'Iran - Per la pace nel mondo urge abbattere il regime teocratico di Ahmadinejad




Eravamo in 70.000 in uno stadio della periferia parigina. Esuli e profughi iraniani provenienti da mezzo mondo si sono concentrati a Parigi assieme alle rappresentanze parlamentari di quasi tutto l’Occidente per manifestare contro il regime teocratico di Khamenei e di Ahmadinejad.
Gli iraniani dissidenti, che da trent’anni a questa parte fuggono dall’Iran per non essere uccisi, sono centinaia di migliaia e molti di loro lo scorso 26 giugno, come ogni anno, si sono riuniti al grido “Iran democratico, Iran libero”.


Leggi tutto...

   

Basta con le panzanate del riscaldamento globale. Gli eco-catastrofisti mentono. L'uomo non è una sciagura.




Qualche giorno fa, in una delle sale della Camera dei Deputati, assieme agli autori, nonché esperti di climatologia, Guido Guidi, Luigi Mariani e Mario Masi, oltre che alla Prof.ssa Maria Cristina Brizzi, ho avuto il piacere di presentare un libro certamente controcorrente: “No slogan: l’eco-ottimismo ai tempi del catastrofismo” (Sangel Edizioni).
Il dibattito partiva dalla considerazione che non è vero ciò che sostengono gli eco-catastrofisti, e cioè che l’uomo sia il “cancro del pianeta” e che per colpa delle sue azioni, singole o collettive, sta distruggendo la terra facendo aumentare le temperature (Al Gore ha vinto persino un Premio Nobel con queste balle senza alcun fondamento scientifico).


Leggi tutto...

   

Benedetto XVI e i preti pedofili. Una analisi sociologica




Il Papa e la Chiesa cattolica ormai vengono accusati di tutto e di più: dalla persecuzione degli Ebrei al celibato dei sacerdoti, dal pregiudizio omosessuale all’anti-femminismo, dalle speculazioni finanziarie alla pedofilia.
Troppi attacchi in pochi anni per non capire che il vero obiettivo è la distruzione del cristianesimo: troppo sprezzo, troppa ostilità, troppo odio verso questo Papa per non comprendere che il progetto va oltre il Papa stesso.


Leggi tutto ...

   

Tagliare la spesa pubblica improduttiva per non morire


 

 Il fallimento della Grecia ha determinato la scelta del Governo italiano, così come di altri Paesi europei, di concepire una manovra finanziaria di 25 miliardi di euro capace di diminuire il deficit e contenere il grande debito pubblico.
Gli avversari di questo Governo hanno criticato ma il tutto si è limitato alla sterile lamentazione, visto che tacciono sul fatto che le responsabilità vanno ricercate verso quei Partiti che in maniera consociativa tra il 1980 e il 1992 moltiplicarono il debito pubblico italiano di 8 volte.


Leggi tutto ...

   

Islam sempre più fondamentalista e invasivo. Le dichiarazioni del Premier Australiano, un esempio per tutti i Governi.




Sul trimestrale dell’associazione cattolica “Tradizione, Famiglia, Proprietà” numero 3/2009, si legge: “Nell’Unione Europea la popolazione musulmana è raddoppiata nell’ultimo trentennio e raddoppierà ancora entro il 2015. Nel 2050 sarà di fede islamica un cittadino europeo su cinque. Oggi è già musulmano il 25% degli abitanti di Marsiglia e di Rotterdam, il 20% di quelli di Malmo, il 10% dei parigini e dei londinesi. In alcune città città come Birmingham e Leicester, gli europei saranno in minoranza già nel 2026”. Questi sono dati che difficilmente possono essere contestati.   
In contraltare sappiamo però che anche il cristianesimo cresce nei paesi arabi a tradizione islamica. Il deputato Suad Sbai cita le statistiche ufficiali ed evidenzia che in Marocco il numero dei Cattolici crescerà nel prossimo quinquennio fino ad arrivare al 10% della popolazione.

Leggi tutto...

   

Cosa ci insegna la crisi greca e cosa fare per non finire come loro.




È un dato certo! Questa crisi economica mondiale sta dimostrando che l’Italia sta compiendo l’ennesimo miracolo della sua storia. Nonostante l’Italia solo 2 anni fa fosse sull’orlo del baratro, adesso può senz’altro tirare un sospiro di sollievo. Non che il pericolo sia finito ma di certo in questo momento non siamo a rischio.
Ma osservando il fallimento della Grecia chiunque si sta rendendo conto che il modello sociale ed economico basato su questo assurdo assistenzialismo oggi è anacronistico. Nessun Paese ce la può fare a reggere alle sfide di questo mondo complesso mantenendo la filosofia della spesa facile e delle prebende agli amici degli amici e ai parassiti.

Leggi tutto...

   

Pagina 5 di 30

Cerca nel sito

Appuntamenti

Mese precedente Febbraio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3
week 6 4 5 6 7 8 9 10
week 7 11 12 13 14 15 16 17
week 8 18 19 20 21 22 23 24
week 9 25 26 27 28

Social Network

diventa Amico di Alessandro Pagano su Facebook diventa supporter di Alessandro Pagano su Facebook Alessandro Pagano su You Tube Alessandro Pagano su Flickr Alessandro Pagano su Twitter